ASCOLI PICENO – Si riparte da Termas de Rio Hondo e, anche quest’anno, con gli occhi puntati al cielo. È prevista pioggia nel weekend del Gran Premio di Argentina, condizioni che potrebbero mescolare le carte e riservare sorprese. Sono carichi Romano Fenati e Tony Arbolino che, dopo la prima tappa in Qatar, vogliono entrambi portare a casa un risultato migliore. Il tracciato argentino è un circuito molto tecnico e veloce, che piace a entrambi i piloti della Marinelli Snipers Team. Qui Romano conquistò la vittoria, in Moto3, nella prima edizione del Gran Premio, nel 2014.

Romano Fenati: “Riprendiamo dal lavoro fatto in Qatar, motivati e pronti per un nuovo weekend. Al di là di quello che è successo, durante la prima gara, siamo soddisfatti di come abbiamo lavorato fino ad oggi e consapevoli che possiamo fare molto, ma molto di più. Su questo tracciato mi sono sempre trovato bene anche se il meteo è spesso un’incognita. Vedremo. Noi ce la metteremo tutta”.

Tony Arbolino: “Lo scorso anno ho girato su questo tracciato per la prima volta e mi è piaciuto subito tanto. È un circuito veloce e ha un lungo rettilineo quindi le scie fanno la differenza. Sono decisamente carico e voglio far bene. Sarà importante restare concentrati e lavorare bene sull’assetto fin dal venerdì”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 90 volte, 1 oggi)