ASCOLI PICENO – Seconda vittoria consecutiva dell’Ascoli che sfrutta il doppio turno casalingo e dopo il Bari supera anche il Carpi, 2 – 0 il risultato finale grazie alle reti di Monachello e Mengoni, entrambe nel primo tempo. Si allunga così a 4 la striscia positiva dei bianconeri frutto di 3 vittorie ed un pareggio.

L’allenatore dei bianconeri Serse Cosmi: “E’ la prima volta che nella mia gestione si vince col doppio vantaggio, questo permette di sbagliare qualcosa in più. Dieci punti in 4 partite è una marcia da alta classifica, sono felice per la squadra ed i tifosi, bisogna dare atto alla squadra di aver toccato il fondo e di aver saputo risorgere. Io ho sempre dato ovunque sia stato il massimo che potevo dare, godiamoci la classifica anche se parziale, dormiremo sicuramente più leggeri rispetto a qualche domenica fa. Non ho mai fatto appelli ai tifosi, ho sempre detto che sono poche le tifoserie che possono fare la differenza, Ascoli è una di queste, bisogna fare in modo, conquistandola, che ti dia la spinta”.

“Sono contento per Andrea (Mengoni) – prosegue mister Cosmi – ha dato a questa squadra quello che le mancava, il suo recupero fisico ci ha permesso che desse il suo contributo sia come calciatore che come comunicazione con la squadra. Ganz? Oggi ha fatto esattamente quello che gli ho chiesto, e non era facile, se devo fare i complimenti ad un singolo li faccio a Simone. Pinto? Speriamo che l’infortunio non sia grave e non manchi per troppo tempo. Per certe partite è meglio Clemenza, oggi però avevamo bisogno di qualcuno che attaccasse gli spazi come Varela.  Da ora in poi credo in Serie B ne vedremo d tutti i colori, già da venerdì incontreremo una squadra, il Foggia, che ha fatto 4 reti a Cremona. Agazzi? Sul suo grandissimo intervento abbiamo fatto l’unico nostro errore. Nel secondo tempo, se proprio vogliamo trovare una pecca, abbiamo corso troppo, con due gol di vantaggio dovevamo spendere meno, con l’ingresso di Ganz abbiamo ripreso il controllo della gara. Gigliotti? Oggi molto bene, sicuramente tra i difensori è quello che ha più piede di tutti”.

Il mister del Carpi Antonio Calabro: “Siamo cascati nel gioco dell’Ascoli, loro sono stati subito aggressivi, si è messa subito bene e l’hanno saputa gestire. Perdere non fa mai piacere, anche se abbiamo 48 punti con 8 partite al termine. Noi fallosi? No, non credo, siamo una delle squadre che fa meno falli in campionato. Gli episodi non ci hanno aiutato, Agazzi su Ligi ha fatto una gran parata e ha permesso all’Ascoli di continuare a fare la propria partita”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 308 volte, 1 oggi)