Ascoli Piceno ore 20.30 stadio Cino e Lillo Del Duca. 36° giornata del Campionato serie B 2017/18

Ascoli che deve fare a meno dello squalificato Agazzi e gli infortunati lungodegenti Favilli, Carpani, Bianchi, Pinto a cui si aggiunge Martinho per affaticamento. Ganz dal primo minuti in coppia con Monachello a sostegno. Un ringraziamento prima dell’inizio del match per il gruppo Veterani ’74 che stanno raccogliendo fondi in nome di  Barbara Olor per la fondazione Hopen Onlus per la diversa abilità.

Al quarto d’ora del secondo tempo Clemenza rileva Mengoni e l’Ascoli passa al 4-3-1-2. Il Picchio si risveglia negli ultimi 10 minuti troppo poco per credere in questa salvezza. “Tell me why I don’t like mondays” cantava  The Boomtown Rats nel 1979, è proprio così per questo Picchio ora sempre più inguaiato.

FORMAZIONI UFFICIALI

ASCOLI PICCHIO 1898 (3-5-2): Lanni; Padella, Mengoni (14′ st. Clemenza), Cherubin; Mogos, Addae, Buzzegoli ( 3’s.t. Kanoute), D’Urso, Mignanelli;Ganz (23′ s.t. Lores Varela), Monachello. A disposizione: Venditti, Gigliotti, De Santis, Florio, Castellano, Parlati,  De Feo, Baldini, Rosseti Allenatore: Cosmi

PARMA CALCIO (4-3-3): Frattali; Mazzocchi, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo; Dezi (18’s.t. Vacca), Munari (45’s.t. Gazzola), Barillà; Siligardi , Calaiò, Baraye (36’s.t. Di Gaudio). A disposizione: Nardi, Dini, Gazzola,  Sierralta, Mastaj, Frediani, Anastasio, Ciciretti, Insigne. Allenatore: D’Aversa

Aribitro: Serra di Torino. Ass.1 Lombardi di Brescia. Ass.2 Cipressa di Lecce. IV Uomo: Camplone di Pescara

Reti: 2′ Calaiò
Ammonizioni: Mengoni (A.), Barillà  (P.), D’Urso (A.)
Note: spettatori tot. 5.392. 2′ recupero nel primo tempo. 6′ recupero nel secondo tempo

CRONACA DEL MATCH

SECONDO TEMPO

51′ dopo 6 minuti di recupero termina il match

46′ l’Ascoli non molla e Monachello sfodera un tiro bellissimo dai 25 metri, Frattali mette in corner

37′ Clemenza dal limite dell’area scocca un potente tiro che esce di poco

31′ Lanni ancora ottimo su Baraye, respinge in volo. Poi si ferma per crampi

30′ punizione interessante dal limite dell’area per l’Ascoli per fallo su Mignanelli. Clemenza sulla palla sulla barriera

28′ Monachello in contropiede cerca Varela in area ma sbaglia completamente misura del pasaggio che termina su Frayyali

26′ Lanni miracoloso con i piedi su un tiro ravvicinato di Baraye

23′ Padella anticipa in scivolata Calaiò in area evitando il peggio

22′ corner del Picchio e incornata di Mogos, Ascoli che finalmente si fa pericoloso in avanti

13′ Dezi arriva al tiro dopo una bella manovra in avanti, palla che termina in curva sud

10′ cross di Addae e colpo di testa di Mignanelli che termina sul fondo

4′ serie di corner per il Parma la difesa bianconera respinge bene

3′ esce Buzzegoli entra Kanoute
PRIMO TEMPO

47′ dopo due minuti di recupero termina il primo tempo

43′ Buzzegoli rimane a terra colpito duramente al piede mentre tentava un tiro al volo al limite dell’area

41′ ammonito Mengoni per fallo sulla tre quarti

35′ Moanchello prende palla al limite, si libera di due difensori e tira ad effetto, palla che termina sul fondo

33′ Baraye stoppa al limite dell’area e tenta un rasoterra, palla che sfiora il palo

31′ ancora Siligardi dribbla tre difensori e tira a giro sul secondo palo, palla di poco fuori

24′ bella manovra del Picchio, Mogos viene fermato da Munari che tocca di mano. Punizione per l’Ascoli batte Buzzegoli e la mette al centro dell’area, respinge la difesa, capovolgimento di fronte sul quale Siligardi sfiora il palo

20′ intervento in scivolata di Buzzegoli su Baraye sulla tre quarti, punizione per il Parma, schema che porta al tiro a rimorchio Barillà, palla lenta che termina sul fondo

12′ tiro pericoloso di Siligardi che se ne va a Buzzegoli sulla fascia destra e cercando il cross sfiora il palo

6′ ancora Parma pericoloso con Siligardi che entra in area supera Mengoni e ci prova con un bel rasoterra, respinge Lanni in angolo

5′ Ganz imbecca perfettamente di testa un cross di Mignaneli, miracolo di Frattali che respinge sulla linea

2′ GOL CALAIO’. Buzzegoli sbaglia  un passaggio a centrocampo e da il via al tiro di Calaiò dai 30 metri, tiro a mezz’altezza potentissimo che si infila in rete. Lanni però poteva fare meglio

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 180 volte, 1 oggi)