ASCOLI PICENO – La sala di Venere, sede dell’Associazione “Ascoli per Ascoli”, sempre piu’ polo culturale di riferimento della citta’ ha accolto a braccia aperte con grande successo di pubblico Michele Guardì, noto volto televisivo, autore e regista che ha lasciato l’avvocatura per darsi allo spettacolo.

L’occasione, in verita’, lasciava immaginare, con largo anticipo, l’enorme successo di pubblico e di critica per l’incontro con il regista Michele Guardi’, da oltre 40 anni al timone di decine di spettacoli di grande successo della RAI come “Mezzogiorno in famiglia” , “I fatti vostri”, ” Scommettiamo che…”” Domenica in”, “Telethon”, “Europa Europa” e tantissimi altri ancora. Proprio quest’ultima rassegna aveva lasciato maturare l’intuizione del Maestro Guardi’ di far esordire Fabrizio Frizzi in prima serata.

Commossa la reazione del pubblico ed in particolare del regista quando già, nelle fasi iniziali dell’incontro, l’avv. Davide Aliberti faceva proiettare il video clip delle esperienze del Maestro Guardi’ che si concludeva proprio con l’immagine affettuosa dell’indimenticabile Fabrizio, abbracciato virtualmente dal Maestro con tutti i presenti.

Accompagnato dalla sig.ra Rita, l’ospite della manifestazione, incalzato dal suo interlocutore Aliberti, cominciava a spiegare i fatti salienti che lo avevano condotto a scrivere il suo primo libro “Fimminedda” . Straripante la simpatia del Maestro di Casteltermini che, con saggezza e professionalità, ha incantato la platea che, per tutto il pomeriggio, alternava commozione a sorrisi. Ottima l’organizzazione dell’evento, perfetta la direzione di Aliberti che, con esperienza e consueta attenzione, ha saputo introdurre tematiche gradite a tutti.

La prima sorpresa si e’ concretizzata con l’intervento musicale di Chiara Misticoni che ha regalato ai coniugi Guardi’ la ” loro ” canzone preferita di Sergio Endrigo. La giovane cantante si e’ ripetuta con la canzone d’ingresso dei “Promessi Sposi ‘, l’opera moderna concepita da Guardi’ e approdata ad Ascoli in prima nazionale nel novembre del 2011, quando l’italia intera parlo’ di quel successo irripetibile a seguito di una lunga residenza di prove che consentì, fin da allora, la profonda amicizia tra Guardi’ ed Aliberti, rinnovata ieri quando il Maestro ha riservato al ” collega” , avvocato anche lui, un tributo affettuoso molto caloroso.

Presente alla manifestazione anche Massimiliano Ossini che non ha risparmiato i complimenti per l’evento così ben organizzato. Ancora altri video arricchivano la serata con la riproposizione delle prove dei ” Promessi Sposi” di quel novembre che hanno commosso il regista quando Aliberti gli ha donato un terminale con oltre 300 fotografie inedite. Altrettanto gradite dal Maestro la targa ricordo dell’associazione e la medaglia scolpita a mano dall’orafo Pietro Angelini.

Il Maestro ha confidato di essersi trovato meravigliosamente bene svelando di aver presentato il suo libro solo in questa occasione oltre a quella di Roma e promettendo di tornare presto, complimentandosi con Chiara per le sue capacita’ canore di alto profilo ed augurando alla stessa di essere la ” nuova Lucia ” Soddisfattissimo Aliberti, ha ringraziato tutti per il pomeriggio indimenticabile abbracciando di cuore il regista e la sua gentile signora Rita d’inimitabile eleganza e raffinatezza.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 348 volte, 1 oggi)