L’AQUILA – Entro due giorni si conoscerà il pronunciamento del Tar sul ricorso presentato da associazioni di categoria e imprese contro la restituzione delle tasse sospese nel cratere del terremoto a circa 350 aziende e partite Iva chiesta dalla Commissione Europea.

E’ il termine entro il quale i giudici amministrativi, in conclusione dell’udienza nel pomeriggio di oggi 18 aprile, a L’Aquila, si sono riservati una decisione.

I ricorrenti si ritengono soddisfatti della discussione avuta in udienza e sono ottimisti di poter ottenere la sospensiva alle cartelle esattoriali notificate nelle passate settimane. Sono stati almeno sette i ricorsi discussi oggi, tutti contro la restituzione delle tasse, nei quali si impugna la nomina da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri del commissario per il recupero che nelle passate settimane ha notificato cartelle esattoriali per complessivi circa 100 milioni di euro.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 44 volte, 1 oggi)