ANCONA – Il rinvenimento di numerosi spezzoni di rame sagomato per un peso complessivo di 35 chili di parti di autoveicoli e motoveicoli rubati e il sequestro di un’area adibita a deposito di rottami con la denuncia dei due titolari sono il bilancio dell’operazione ‘Oro rosso’ condotta dal Compartimento Polizia Ferroviaria di Ancona, nell’ambito del piano nazionale per il contrasto ai furti di rame in ambito ferroviario.

Il Compartimento ha pianificato servizi mirati nel territorio delle regioni di competenza: Marche, Umbria e Abruzzo. Nei controlli sono stati impegnati circa 50 agenti che hanno pattugliato decine di chilometri di linea ferroviaria, controllato 66 persone e quasi 30 depositi di rottami.

In uno di questi In uno di questi, nella zona di Castelfidardo, gli operatori della Polfer in collaborazione con gli agenti del Compartimento Polizia Stradale di Ancona, hanno rinvenuto il rame e le parti di meccaniche. I due titolari sono anche risultati sprovvisti delle autorizzazioni per rifiuti speciali e pericolosi.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte)