MACERATA – Prosegue incessante il controllo del territorio da parte delle Fiamme Gialle portorecanatesi, attuato mediante il diuturno dispiego di pattuglie operative, volto alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Le attività, in particolare, si sono concentrate all’interno e nelle aree circostanti i noti complessi residenziali “Hotel House” e “River Village”, luoghi entrati nella cronaca locale e nazionale per molti reati (l’ultimo risalente al ritrovamento di resti umani in un casolare).

Nella mattinata di ieri, 25 aprile, all’interno dell’Hotel House, al piano terra, i finanzieri, notando un pakistano (noto pregiudicato per spaccio di sostanze stupefacenti, già oggetto di precedenti fermi da parte degli stessi militari) decidevano di controllarlo rinvenendogli addosso 10 grammi di eroina e denaro contante, verosimilmente provento di spaccio, che venivano sottoposti a sequestro.

Il ventinovenne, munito di regolare permesso di soggiorno, veniva denunciato a piede libero alla locale Autorità Giudiziaria.

Nelle ultime due settimane, la Tenenza di Porto Recanati ha portato a termine, complessivamente, nove interventi nell’ambito dei noti complessi residenziali, denunciando tre soggetti nonché segnalando alla Prefettura, per i provvedimenti di competenza, sei persone.

Complessivamente sono stati sequestrati oltre 20 grammi di sostanze stupefacenti di vario genere e somme di denaro provento di spaccio.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)