ASCOLI PICENO – Anche quest’anno vincono i padroni di casa nel Trofeo Città di Ascoli, meeting nazionale organizzato al campo scuola Mauro Bracciolani e arrivato all’edizione numero 35. Infatti l’Asa Ascoli Piceno, con lo score finale di 354 punti, supera la Sport Atletica Fermo (222) e la Sef Stamura Ancona (133).

Come da tradizione, i principali risultati individuali arrivano dalle pedane dei lanci: al maschile il sangiorgese Giorgio Olivieri conferma il suo buon momento di forma e si aggiudica il successo con 68.92, un paio di settimane dopo aver centrato il personale di 72.80 a Fermo. In questa stagione il 17enne portacolori del Team Atletica Marche ha già vinto il titolo italiano under 20 invernale.

Tra le donne la 19enne Sydney Giampietro, azzurra delle Fiamme Gialle che da qualche mese si allena proprio ad Ascoli Piceno, lancia il peso a 15.21. Si mettono in luce poi la 15enne velocista Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati), vicecampionessa italiana under 18 dei 60 in sala che fa il suo debutto nei 100 metri correndo in 12”28 con vento contrario (-1.2), e l’osimana Debora Baldinelli (Tam), con il record personale all’aperto sugli 800 in 2’15”49. Nei 400 metri torna in azione l’altra osimana Valentina Natalucci(Tam), primatista marchigiana assoluta dei 60 indoor, che chiude il giro di pista in 58”18.

Nelle gare maschili, oltre al laziale Alessandro Pace (Fiamme Gialle Simoni) che spedisce il peso juniores a 17.05, le altre migliori prestazioni arrivano dai 3000 metri con l’ascolano Stefano Massimi (Sef Stamura Ancona) che si impone in 8’25”70 e dalla pedana del giavellotto, dove l’atleta di casa Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) prevale con 58.58, ma anche dal rettilineo dei 100 metri con lo junior Vittorio Massucci (Sport Atl. Fermo) che ferma il cronometro su 10”98 (-1.5) in finale.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 38 volte, 1 oggi)