ASCOLI PICENO – Nella tarda mattinata odierna sono giunti nuovi dettagli inerenti all’atto criminale avvenuto alle prime ore del 27 aprile.

Innanzitutto il furto alla stazione di servizio “Syrio Grill” non è andato a buon esito per i responsabili. Infatti gli agenti della Polstrada hanno sventato il tutto.

Alle ore 2 una pattuglia della Volante della Questura di Ascoli Piceno, in servizio per il controllo del territorio, transitando sulla Bonifica all’incrocio con via Tronto ha notato un’autovettura Fiat Doblò privo di persone a bordo e parcheggiato in maniera anomala impedendo l’accesso alla via che conduce verso Maltignano in prossimità del retro dell’area di servizio “Syrio Grill”, obiettivo di precedenti furti e rapine in passato.

Gli agenti di Polizia, insospettitisi, hanno raggiunto immediatamente l’area di servizio attraverso il raccordo Ascoli-Mare dove hanno intercettato un individuo a bordo di un Ford Transit, che vistosi sorpreso, è partito velocemente speronando frontalmente la Fiat Bravo della Polizia e dandosi alla fuga sul raccordo in direzione Ascoli Piceno.

Dopo un breve inseguimento il malfattore è andato a collidere contro un cancello di recinzione, posto a protezione di un campo agricolo, facendo perdere le proprie tracce a piedi. Nel frattempo è stata fatta convergere un’altra Volante della Polizia nella’area di servizio dove vi erano altri malviventi.

I  due poliziotti sono entrati all’interno del bar constatando che i malviventi avevano abbandonato il luogo del furto lasciando le macchinette slot a terra, legate con una catena.

Da accertamenti effettuati in seguito, è venuto a galla che i due mezzi usati per il furto erano stati rubati la sera precedente in una ditta di Monteprandone. Il personale della Squadra Mobile della Questura di Ascoli Piceno sta svolgendo le indagini del caso per rintracciare i malviventi.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 668 volte, 1 oggi)