AMANDOLA – Il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli questa mattina, 27 aprile. a Pesaro ha portato i saluti della giunta regionale al convegno “Le Marche incontrano la Russia” organizzato da Confindustria Marche Nord con alcuni tra i maggiori esponenti dell’imprenditoria italiana in Russia. Presenti, tra gli altri, Mauro Papalini, presidente Confindustria Marche Nord e Igor Karavaev, presidente della Rappresentanza commerciale della Federazione Russa in Italia.

“L’iniziativa di oggi – ha sottolineato Ceriscioli – rappresenta un momento importante per lo sviluppo dei nostri rapporti economici con la Russia. Sono convinto che occorra creare relazioni positive tra le comunità per innescare la crescita. Grazie al contributo della società russa Rosneft e della italiana Kos Group è stato presentato il progetto definitivo del nuovo ospedale di Amandola che sta diventando realtà. La comunità montana dei Sibillini avrà una infrastruttura alla avanguardia, costruita secondo tutti gli standard antisismici, pronta a rispondere ai bisogni di salute dei cittadini”. A settembre probabilmente partirà il bando per la gara d’appalto.

“Il volume del commercio italiano – ha evidenziato Karavaev – è aumentato del 15% rispetto al 2016 e l’Italia è al quarto posto tra i nostri partner commerciali. Ci impegneremo per creare condizioni favorevoli per gli scambi commerciali”.

“La Russia – ha rimarcato Papalini – è stata da sempre un partner commerciale importante per lo sviluppo dell’economia pesarese e marchigiana e questo gli imprenditori per lo più pesaresi lo avevano capito da subito. Avevano capito che il popolo russo ha gusto, è attento al particolare, sa distinguere il bello dal brutto, una buona manifattura da una meno buona, un bel paio di scarpe da uno meno curato, una elegante e funzionale cucina italiana da una copia, un ottimo vino marchigiano da uno scadente”.

“Debbo dare atto al presidente della Regione Marche – ha detto il sindaco di Amandola, Adolfo Marinangeli a margine del convegno – che le promesse sono diventate realtà e quando l’amministrazione regionale mantiene tali promesse significa avere sensibilità per il territorio e la comunità”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 137 volte, 1 oggi)