Video di Chiara Poli

ASCOLI PICENO – L’Ascoli si prepara alla trasferta di Pescara dopo il pareggio interno contro l’Avellino, l’allenatore bianconero Serse Cosmi fa il punto della situazione:  “A due giornate dalla fine tutte le squadre tranne l’Empoli possono recriminare qualcosa, i punti non presi a Chiavari mi hanno infastidito di più che contro l’Avellino, nelle due partite, viste le squadre in questo momento, mi spiace di più per la partita contro l’Entella. La vittoria del Cesena non ci aiuta, vincere le ultime due partite non garantirebbe la salvezza, dobbiamo prepararle al meglio”.

“A differenza di altre squadre – prosegue Cosmi – abbiamo sempre giocato contro formazioni con obiettivi in corso, Foggia, Parma, Bari e Perugia per la promozione o i play off senza considerare ovviamente gli scontri diretti salvezza, se avessimo messo un’altra vittoria invece di un pareggio staremmo certamente meglio. Noi siamo in vantaggio con Cesena e Cremonese, con le altre purtroppo siamo dietro per differenza reti; in questo momento è normale fare certi calcoli ma bisogna concentrarsi sulla partita di Pescara, recuperare le energie e capire come interpretare la partita”.

“Con l’Avellino abbiamo interpretato male il modulo, ci siamo abbassati troppo con gli esterni, l’infortunio di Pinto mi ha poi impedito di fare un altro cambio e giocare gli ultimi 20/25 minuti con due attaccanti. Noi stiamo rincorrendo da tanto tempo, è inevitabile la dispersione di energie. Atmosfera calda a Pescara? Se vinciamo noi rischiano l’inferno anche loro; so quanto i nostri tifosi ci tengano alla salvezza, sono tre anni che si vive questa sofferenza, non un mese, alla lunga non ci se la fa più e si vorrebbe che finisse in positivo il più presto possibile”.

“I passaggi a vuoto veri – conclude il mister bianconero – sono stati a Vercelli e con la Salernitana, nel resto delle partite la squadra ha dato tutto quello che poteva, anche sabato a fine partita erano stremati. E’ inutile fare il calcolo su quelle che potrebbe essere le motivazioni, ogni partita dimostra nessun risultato è già scritto, sono tutte suggestioni, bisogna pensare solo a stessi. Giocarsi la salvezza diretta in due partite? Due mesi fa ci avremmo messo tutti la firma, dietro in classifica i punti li hanno fatti tutti, lo scorso anno almeno due squadre erano fuori dai giochi da tempo“.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 285 volte, 1 oggi)