ASCOLI PICENO – All’ospedale di Ascoli è stato inaugurato, il 17 maggio, il nuovo acceleratore lineare (Linac), la nuova apparecchiatura per radioterapia, che da aprile è entrata pienamente in funzione, sostituendo il vecchio acceleratore del 2001.

Si tratta di un apparecchio del valore superiore a due milioni di euro, in grado di attuare le tecniche più evolute e all’avanguardia. Il nuovo Linac dispone di una ampia scelta di fasci radioterapici di fotoni, che permettono l’ottimizzazione del piano di cura radioterapico, personalizzato sulle esigenze del paziente.

Il Varian TrueBeam a fasci esterni è dotato di tecnologie innovative e completamente digitalizzata, permette di effettuare in tempi rapidi e con elevato livello di sicurezza sia i radiotrattamenti di tipo conformazionale, sia le tecniche speciali con la modulazione del fascio fotonico. Queste metodiche permettono di erogare dosi più elevate al tumore risparmiando gli organi sani vicini, in particolare nel caso di tumori del distretto testa-collo, della prostata, di tumori cerebrali.

Presenti le istituzioni locali e regionali fra cui il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, il presidente del Consiglio Comunale, Marco Fioravanti e Giulietta Capocasa di Area Vasta 5.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 357 volte, 1 oggi)