ASCOLI PICENO – Protagonista, non solo nella serata del 31 maggio, è stato il mister del Picchio Serse Cosmi. L’allenatore aveva preso l’Ascoli in una situazione drammatica e alla fine è riuscito a salvarlo ai Play Out avendo la meglio su Entella.

Alla fine della partita di stasera Cosmi era in lacrime per la gioia. Significativo l’abbraccio con il vice Fabio Bazzani, un entusiasmo doveroso per un’impresa considerata da molti impossibile solo qualche tempo fa.

Bazzani abbraccia Cosmi a fine gara (foto Sky Sport)

Ai microfoni di Sky Sport ha raccontato: “E’ l’epilogo di sei mesi straordinari, dire che sono contento è poco. I ragazzi, straordinari, hanno fatto qualcosa di difficilmente raccontabile. Non mi rendo conto e forse non ci renderemo conto nemmeno nei prossimi giorni di quello che abbiamo fatto. Questa salvezza è come un miracolo – ha aggiunto l’allenatore bianconero – qualcuno mi aveva dato del pazzo a venire qui. Questa è una piazza che merita molto e se si sta tutti un po’ più calmi ci sono le possibilità di avere un futuro veramente roseo. Volevo entrare nella storia di questa società – conclude Cosmi – Il momento chiave della salvezza è stata la vittoria di Pescara, ma tutte le partite le abbiamo giocate come se fossero delle finali”.

In sala stampa il mister bianconero, infastidito da qualche domanda giunta dai giornalisti sul suo futuro mentre parlava il patron Bellini, si è alzato e se n’è andato senza rilasciare dichiarazioni.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.106 volte, 1 oggi)