ASCOLI PICENO – “Un paio di mesi fa abbiamo sottolineato la situazione dell’impiantistica sportiva nella nostra città e, a distanza di tempo, ci rendiamo conto che l’immobilità e l’incapacità amministrativa della Giunta Castelli ha reso la situazione ancor più grave”.

In tale modo si apre la nota congiunta del segretario comunale del Pd Angelo Procaccini e del circolo Monticelli Luca Gabrielli, nel mirino l’amministrazione comunale: “Nella nostra Regione ogni 36 abitanti uno è tesserato in una squadra di calcio, una media altissima rispetto a quella italiana. Nella nostra città questi numeri diventano ancora più importanti viste le tantissime squadre che giocano nei campionati dilettantistici o che hanno una scuola calcio e un settore giovanile – si legge nel comunicato  -Lo sport, e in maniera più specifica il calcio, fanno parte in maniera forte delle vite degli abitanti della nostra città. La storia dell’Ascoli Calcio ha aiutato a sviluppare una passione che nel nostro territorio ha rappresentato spesso un volano che ha portato importanti risultati in termini sia economici che di immagine”.

Procaccini e Gabrielli affermano: “Ora però tutto rischia di terminare per la scarsa capacità di programmazione di chi questa città l’amministra. Non ci sono campi e strutture che possano ospitare i nostri ragazzi e se non si fa qualcosa al più presto la situazione potrebbe peggiorare ancora di più: lo storico campo Squarcia è chiuso e riapre i battenti esclusivamente per le due giostre della Quintana, a Monterocco dopo un certo orario non è più possibile giocare perchè l’illuminazione è inadeguata e, nonostante le tantissime richieste, nessuno è stato in grado di spostare lì una tribuna mobile per permettere a tifosi e genitori di seguire le partite delle squadre che utilizzano quel campo,  il manto del Velodromo di Monticelli è pieno di buche pericolose per l’incolumità di chi gioca”.

“Solo grazie all’intervento del Governo Pd  sono arrivati finanziamenti per una struttura che, senza un’adeguata sistemazione, non avrà più l’ok della Federazione per l’uso – si legge nella nota –  la squadra del Piazza Immacolata che utilizza a San Marcello le strutture private della società ReStart. Chi come noi è cresciuto all’interno del calcio dilettantistico ascolano non può non essere preoccupato per come il nostro sindaco Castelli affronti in maniera superficiale e poco produttiva questo problema che rischia di dissipare il lavoro, la passione e l’impegno di tanti addetti ai lavori ma soprattutto dei tanti bambini che sognano e crescono dando un calcio ad un pallone”.

I membri del Partito Democratico ascolano affermano: “La ciliegina sulla torta poi è arrivata nella giornata di oggi con il comunicato dell’Ascoli Picchio sulla mancanza dei criteri di idoneità dello Stadio Del Duca per il campionato di Serie B.  Se nella prossima stagione l’Ascoli sarà costretta a disputare il campionato lontano dalla propria città il sindaco dovrà rendere conto di tutte le promesse non mantenute e della propria incapacità amministrativa – proseguono –  Il sindaco parla spesso della passione sportiva che anima il popolo ascolano, ecco noi ci auguriamo che, al contrario di quello che ha fatto fino ad ora, Castelli smetta di fare inutili proclami e inizi davvero a darsi da fare per non spegnere questa passione. Migliaia di bambini e di ragazzi tesserati con le società sportive dilettantistiche aspettano di sapere se e dove potranno giocare nella prossima stagione”.

Procaccini e Gabrielli dichiarano: “Noi rimaniamo inoltre in attesa di scoprire quali sono i privati che, rispondendo al bando del Comune, sono disposti a mettere a disposizione aree da destinare a uso sportivo in cambio di altri immobili. Un’idea ce la siamo fatta e chissà se saremo facili profeti. – concludono – Il sindaco, accentrando tutto all’interno delle proprie mani, ha di fatto “sfiduciato” la propria Giunta togliendole qualsiasi ambito di manovra. Quello che stupisce è che dagli assessori non sia arrivata nessuna parola, nessun commento, nessuna proposta. Da chi dice di volere il bene della città e dello sport ascolano ci aspettavamo sinceramente qualcosa di più”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 232 volte, 1 oggi)