ASCOLI PICENO – Mentre dava lezioni di arte a Palazzo dei Capitani, su Cola d’Amatrice, stava diventando primo cittadino nel Lazio.

E’ successo nella serata del 10 giugno ad Ascoli Piceno a Vittorio Sgarbi: il noto critico d’arte è stato protagonista con la “Lectio Magistralis”, un percorso espositivo per valorizzare l’arte dell’Italia Centrale tra ‘400 e ‘500 e scoprire, nella città, “i luoghi di Cola”, pittore ed architetto protagonista del Cinquecento ascolano.

Qualche ora dopo Sgarbi è diventato sindaco di Sutri, in provincia di Viterbo, con il 58,79% delle preferenze, pari a 2.207 voti. Il critico d’arte ha preceduto il candidato della Lista Civica Sutri, Luigi Di Mauro, che si è fermato al 41,20% (1.547 voti). “Sono felice e soddisfatto”, il commento di Sgarbi che in passato ha già ricoperto il ruolo di primo cittadino, dal 2008 al 2012, nel comune siciliano di Salemi e dal 1992 al 1993 a San Severino Marche.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 30 volte, 1 oggi)