ASCOLI PICENO –  Mentre l’Ascoli Picchio è nel pieno delle trattative che dovrebbero portare al cambio di proprietà, torna a parlare nella trasmissione “Calciomercato – L’originale”, in onda su Sky, mister Serse Cosmi, artefice di una salvezza che per i bianconeri ad un certo punto del campionato sembrava insperata.

L’allenatore umbro, tecnico in pectore anche nella prossima stagione forte di un altro anno di contratto, è in attesa degli sviluppi delle trattative societarie: “E’ il mio destino non poter gioire fino in fondo delle imprese fatte. Il presidente è stato corretto, ci ha comunicato subito che avrebbe venduto la società; spero di conoscere al più presto il mio futuro”.

Protagonista del saloon ha poi parlato della salvezza dell’Ascoli: “Dopo averla ottenuta ho detto che avevo grande rispetto per i giornalisti ma che servivano i teologi perché siamo andati oltre le difficoltà sportive, visto tutte le situazioni che si erano combinate”.

Sulla festa a casa Cosmi dopo l’andata play out contro l’Entella postata poi da qualche giocatore sui social, con il mister nei panni di dj: “Ho invitato i giocatori a casa mia per mangiare, molto, e per liberare le tensioni e preparare al meglio la partita di ritorno. Da quel momento ho creduto veramente che potevamo farcela in maniera definitiva. Oltre questo c’è un discorso più particolare: dietro un calcio maniacale si dimenticano gli uomini, in campo ci vanno i calciatori; è importante instaurare un sentimento difficile da realizzare, anche nella vita, che è la complicità”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 621 volte, 3 oggi)