ASCOLI PICENO – “Oggi, 18 giugno, apprendiamo dai quotidiani locali dell’oltraggio avvenuto ad Ascoli Piceno ai danni dei manifesti annuncianti il convegno ‘Ascoli Liberata’ di questa sera, promosso dalla sezione cittadina dell’ANPI, che sono stati imbrattati con delle svastiche. Oggi ricorre inoltre l’anniversario dalla Liberazione della città e di tutta la provincia, avvenuta esattamente 74 anni fa. Il convegno, che si terrà questa sera alle 19 alla Cartiera Papale di Ascoli Piceno, ha il fine di commemorare i combattenti partigiani e la lotta che ha determinato la cacciata definitiva del nazi-fascismo in tutto il territorio piceno”.

L’associazione studentesca Robin Hood, in una nota, denuncia con forza l’oltraggio ai danni dell’ANPI: “E’ una vera e propria violenza, un gesto irrispettoso e vile di mano fascista nei confronti di un momento così importante come la celebrazione della Liberazione nella nostra provincia. Come studenti del Piceno sentiamo forte il bisogno di fare informazione su quella è stata la realtà vissuta dai nostri nonni e da tutti i partigiani sotto la dittatura nazi-fascista, soprattutto a fronte all’accaduto di questa mattina. Situazioni come queste non possono essere ignorate, perché simbolo di un retaggio che viene percepito e assimilato, spesso dai più giovani, come eroico e vittorioso; retaggio che però, nasconde invece violenza, non-curanza dei valori fondamentali del nostro Paese, nati dalla Resistenza, e modalità facinorose di fare politica e di influenzare, sopratutto nell’attuale situazione politica, ragazzi e ragazze di ogni fascia d’età”.

“L’accaduto di questa mattina è vile e incommentabile”, dichiara Benedetta Del Prete, Coordinatrice dell’Associazione studentesca Robin Hood – Rete degli Studenti Medi Piceni. “Fatti del genere sono purtroppo noti nel territorio ascolano e in generale in tutta la provincia, e provengono da individui e organizzazioni che sanno canalizzare i messaggi dei vecchi e dei nuovi fascismi non solo verso gli adulti, ma anche verso i giovani e i giovanissimi”. Conclude Del Prete: “Come sindacato studentesco, consapevole dell’importanza dei valori della Resistenza e della commemorazione della Liberazione, esprimiamo piena solidarietà e supporto alla sezione ANPI di Ascoli Piceno.  Chiediamo che venga fatta luce su eventi simili e che le istituzioni territoriali, comunali e provinciali lavorino al meglio affinché non abbiano modo di ripetersi”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 174 volte, 1 oggi)