ASCOLI PICENO – Appuntamento culturale.

Al Teatro Filarmonici di Ascoli Piceno domenica 15 e lunedì 16 luglio, dalle ore 21, si terranno due serate dedicate al tema “A 50 anni dal ’68, il terremoto del Belice. Epica, destino e vita di Ludovico Corrao, il ricostruttore”.

In collaborazione con la Regione Marche, comune di Ascoli Piceno, di Arquata del Tronto, Intesa San Paolo Fondazione Sgariglia, Fainplast, Fondazione Carisap, Circolo Culturalmente Insieme, le serate saranno introdotte dal notaio Francesca Filauri.

Domenica 15 luglio, con “Dio, tra arte e scienza“, interverranno il critico d’arte Vittorio Sgarbi e Giulio Gorello, a seguire il concerto di Morgan.

Nella serata conclusiva di lunedì 16, Pietrangelo Buttafuoco presenterà “Ti ha ucciso la Sicilia per conto dell’Italia“, tratto dal poemetto di Emilio Isgrò I funerali di Ludovico Corrao. Parteciperanno, curando anche la parte musicale Mario Incudine, Kaballà e Antonio Vasta. In conclusione, avrà luogo il concerto Labirinth di Paola Prestini e Jeffrey Zeigler.

Ludovico Corrao è stato un politico e avvocato siciliano, assassinato a Gibellina nella sede della Fondazione Orestiadi da Mohammed Saiful Islam, un bengalese di 21 anni, suo dipendente. In collaborazione con il giornalista Baldo Carollo, pubblica Sogno Mediterraneo, nel quale narra sessant’anni della storia della Sicilia, rivisitati dagli intellettuali del tempo come Leonardo Sciascia e Carlo Levi. Corrao interpretava la Sicilia come centro di dialogo tra le culture del Mediterraneo.

Fervente attivista culturale, come sindaco di Gibellina, dopo il sisma, radunò i migliori artisti e architetti, che consegnarono alla città numerose opere di arte contemporanea.

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 101 volte, 1 oggi)