ROTELLA – “Sì, oggi sono particolarmente preoccupato per le notizie che arrivano da Roma circa il rinnovo, o meglio il mancato rinnovo, del contratto per i circa 700 tecnici assunti a tempo determinato per la ricostruzione post sisma”.

A parlare, in una nota, è il sindaco di Rotella, Giovanni Borraccini. Il suo Borgo e fra i Comuni che hanno subito le conseguenze degli eventi sismici 2016: “Inutile ricordare l’importanza dei tecnici sia a livello comunale (a Rotella abbiamo tre tecnici che compongono ufficio sisma), che negli uffici della ricostruzione. Senza di loro, si blocca la già lenta ricostruzione. All’inizio pensavo ad una svista, una dimenticanza, un errore, forse dovuto alla inesperienza, anche comprensibile, rimediabile. Poi apprendo che le risorse saranno destinate ad altre priorità: allora non è una svista”.

Il primo cittadino di Rotella prosegue: “Ciò premesso, con il passare del tempo, senza un comunicato ufficiale dal Governo, senza una precisazione, insomma senza alcun tipo di segnale in tal senso, la questione diventa sempre più preoccupante.  Già facciamo fatica a sostenere il peso burocratico della ricostruzione con i nuovi tecnici anzi, ne servirebbero altri, ma senza di loro è letteralmente insostenibile”.

La nota di Borraccini si conclude con un auspicio: “Spero vivamente che questa sia una mia inutile preoccupazione e anzi, di essere prontamente smentito, segno di un rinnovato impegno verso il territorio”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 109 volte, 3 oggi)