ARQUATA DEL TRONTO – Avrà inizio domenica primo luglio la seconda edizione di RisorgiMarche, il festival di solidarietà ideato e promosso da Neri Marcorè a sostegno delle comunità colpite dal sisma.

Protagonista della prima giornata del Festival sarà Piero Pelù, che si esibisce con la sua band a Forca di Presta, nel territorio di Arquata del Tronto (AP). “Energia, energia, nuove idee e voglia di stare sempre con la mia Dea Musica. Stavolta coi Bandidos ma senza scordare mai i Litfiba. Ci vediamo in giro, ragazzacci!”. Così Piero Pelù sintetizza quella che sarà la sua estate, un’intera stagione in tour sui palchi italiani con i Bandidos (Giacomo Castellano alla chitarra, Luca Martelli alla batteria e ai cori e Ciccio Licausi al basso) in cui suonerà sia brani dei Litfiba sia brani della sua carriera solista, aggiungendo alcune nuovissime e trascinanti  cover. “Warm Up” come “riscaldamento” per una vita, la sua, dedicata alla Musica.

Dal tardo pomeriggio di martedì a oggi, sono state migliaia le richieste per i pass auto e moto previsti per la giornata di domenica e in poche ore la disponibilità si è esaurita. Per gli appuntamenti successivi, invece, non sono previste prenotazioni e l’utilizzo dei parcheggi sarà fino ad esaurimento posti.

“La data d’esordio della seconda edizione di RisorgiMarche è stata letteralmente presa d’assalto da chi non voleva mancare l’appuntamento con l’energia e il carisma di Piero Pelù, vera forza della natura, il quale proprio nella natura spettacolare di Forca di Presta accoglierà le prime migliaia di persone che popoleranno questo nuovo viaggio solidale – commenta Neri Marcorè – È una bella soddisfazione, personale e di tutto lo staff organizzativo, sapere già che il posto sarà gremito nella sua intera capienza, fissata in armonia con le istituzioni preposte in base a criteri di ecosostenibilità e opportunità logistiche, pertanto regolata dal meccanismo dei pass-auto, al momento previsto solo per questo evento. L’invito è sempre quello di attivarsi per tempo, per evitare di trovarsi spiazzati all’ultimo momento, tenendo bene a mente che si tratta di concerti gratuiti e che si lavora per il meglio di tutti”.

“La scelta dell’organizzazione di RisorgiMarche di contenere il numero dei veicoli attraverso una prenotazione on line per questo singolo evento – spiega Giambattista Tofoni, direttore esecutivo ed organizzatore di TAM, Tutta un’altra musica – è stata legata a due precisi fattori: il primo è la caratteristica ecosostenibile del festival, che è stato sempre sviluppato attraverso un confronto con tutte le istituzioni che collaborano alla riuscita della manifestazione  e la delicatezza ambientale dell’area di Forca di Presta, oltre che i limitati parcheggi a disposizione, ha spinto lo staff ad optare per questa soluzione; il secondo elemento (connesso sempre alla filosofia di RisorgiMarche) è spingere il pubblico a condividere i mezzi di trasporto: quel car pooling molto pubblicizzato ma ancora poco praticato e che invece, in questo specifico contesto, diventa un punto essenziale sia per ottimizzare gli spazi che per diminuire l’impatto ambientale. Stessa motivazione per l’uso di veicoli di trasporto collettivo (a partire dai bus), da quelli già organizzati a quelli che gli stessi spettatori potranno attivare nelle prossime ore”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 365 volte, 1 oggi)