MACERATA – E’ stato trasferito nel carcere di Piacenza, Luca Traini, l’autore del raid xenofobo a colpi di pistola contro migranti di colore, è stato trasferito dal carcere di Montacuto di Ancona a quello di Piacenza dove dovrà rimanere per 30 giorni per essere sottoposto ad un periodo di osservazione.

Una misura resasi necessaria dopo che il 28enne di Tolentino aveva dato in escandescenze, battendo la testa contro il muro, dopo avere saputo che per due dei nigeriani coinvolti nell’indagine per la morte di Pamela Mastropietro era stata disposta la scarcerazione per il reato di omicidio (anche se sono rimasti dietro le sbarre per spaccio di droga). Traini in queste settimane è anche sottoposto alla perizia psichiatrica disposta dalla Corte di assise di Macerata e affidata al criminologo Massimo Picozzi per accertare la sua capacità di intendere e di volere al momento del raid. (fonte ansa.it)

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)