ASCOLI PICENO – Nuovo presidente, nuovo consiglio d’amministrazione e nuovo staff societario: sarà Giuliano Tosti il presidente mentre torna in società come Direttore Generale Gianni Lovato, Antonio Tesoro il Direttore Sportivo e ora da sciogliere il nodo allenatore. A breve ci sarà l’incontro con Serse Cosmi.

Una novità molto attesa da i tifosi, e ben gradita, è stato il ritorno al vecchio stemma rappresentativo dell’Ascoli Calcio, con una veste grafica nuova ma che riprende quasi in toto la storia e la tradizione.

L’Ascoli è tra i club più antichi d’Italia. Vanta 16 stagioni in Serie A, e quest’anno compirà 120 anni, un bel regalo insomma per tifosi e città.

L’ormai ex presidente Bellini aveva fatto un completo restyling del logo con nome Ascoli Picchio F.C. e donato una veste grafica completamente diversa con un Picchio che dominava. Ora si ritorna al passato: diverso lo stemma nel 1998, anno del centenario con un Picchio su sfondo bianco e verde e nei primi anni di storia dove a dominare era il colore bianconero.  Si torna alla forma ovale, quindi, con l’anno di fondazione ben in evidenza. Che sia di buon auspicio per tornare ai fausti di un tempo, come declamato dal nuovo patron Pulcinelli che ha dichiarato di voler riportare l’Ascoli Calcio in serie A.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.458 volte, 1 oggi)