ASCOLI PICENO – Una donna di 79 anni di Ascoli è deceduta in seguito ad emorragia cerebrale presso la Rianimazione Ascoli Piceno nei giorni scorsi.

La stessa, in vita, aveva espresso il desiderio di essere un potenziale donatore in caso di morte comunicandolo ai propri figli; così è stato, nel rispetto delle sue volontà.

Dopo il consenso dei figli il coordinatore locale prelievi organi e tessuti è stata attivata la procedura; la Direzione Sanitaria ha convocato il collegio medico per l’accertamento di morte cerebrale. L’intervento ha coinvolto diversi professionisti dell’Area Vasta. Il prelievo è stato effettuato da équipe chirurgiche dell’ospedale Molinette di Torino e del Torrette di Ancona; tutti si sono prodigati nel delicato compito di prelevare fegato e cornee.

“La Direzione dell’Area Vasta 5, la Direzione Sanitaria del Presidio Unico Ospedaliero ed il coordinatore locale ringraziano sentitamente i figli che hanno permesso questo atto di grande generosità capace di trasformare il momento di dolore più grande nella speranza di vita per altri. Un ringraziamento va anche a tutto il personale coinvolto” afferma l’azienda sanitaria.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.576 volte)