ASCOLI PICENO -I carabinieri del Comando di Forlì, in collaborazione con i colleghi di Cesenatico e Napoli, hanno arrestato a Secondigliano tre campani di 65, 54 e 47 anni.

Pluripregiudicati, sono ritenuti gli autori, nella notte fra il 10 e l’11 aprile scorso, di un furto e uno tentato ai danni dei calzaturifici Catia e Scardivani di San Mauro Pascoli in Emilia Romagna.

Dovranno rispondere, appunto, di furto aggravato, tentato furto e, solo il 47enne, anche di ricettazione, dato che nella sua abitazione, durante una perquisizione, sono stati ritrovati calzature e capi d’abbigliamento per un valore di oltre 20 mila euro, risultati provento di due furti commessi ad Ancona e Ascoli Piceno.

A tradire i tre un sopralluogo a San Mauro Pascoli nei giorni precedenti alla loro entrata in azione, a bordo di un furgone. I movimenti sospetti del mezzo fra i capannoni della zona industriale della cittadina hanno attirato l’attenzione di alcuni residenti che hanno segnalato il furgone, e parte della sua targa, alle forze dell’ordine.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte, 1 oggi)