ARQUATA DEL TRONTO – Nelle serate di mercoledì 15 e giovedì 16, dalle ore 21, torna a Pretare la misteriosa Leggenda delle Fate.

La regia dello spettacolo è affidata a Lucia Radicchi, le coreografie a Giorgia De Andreis, che ricoprirà la figura della Sibilla.

Giorgia tornava sin da piccola a Pretare, così come le fate e i pastori che saliranno sul palco, giovanissimi ragazzi che rappresentano per il paese l’entusiasmo che saprà ricreare la magia, che solo durante alcune notti d’agosto cattura l’animo delle persone e li accompagna in un sogno incantevole.

Lo spettacolo delle Fate per il paese di Pretare rappresenta la tradizione e l’identità. Dal 1956, i pretaresi d’origine e quelli che vivono lì tutto l’anno hanno saputo mettere in scena la storia intrecciata alla leggenda, che in questo periodo sembra essere tragicamente reale.

La Leggenda delle fate narra di un sortilegio voluto dalla Sibilla, che gelosa della serenità degli abitanti del paese, ne causò la totale distruzione. Con l’aiuto del coraggio del Guerrin Meschino e dell’amore tra le fate e i pastori,  il paese che rinacque fu chiamato Pretare.

Da quelle stesse macerie, dalla paura e dalla voglia di rinascere Pretare ha scelto di continuare a vivere, raccontando la sua storia.

Il paese è completamente distrutto, ma riportare in vita le proprie tradizioni è il primo passo per donare di nuovo la linfa vitale necessaria per ripartire.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 618 volte, 1 oggi)