ASCOLI PICENO – Proseguono le presentazioni in casa Ascoli, oggi è stata la volta del difensore argentino Nahuel Valentini, arrivato a parametro zero dal Real Oviedo, ed il centrocampista Davide Frattesi, in prestito per una stagione dal Sassuolo.

Questo è il mio primo vero anno da protagonista – l’esordio di Frattesi – Lo scorso anno con il Sassuolo ho fatto una sola presenza, sono qui per mettermi in gioco. Il mio ruolo preferito? Sono una mezzala di inserimento, cerco di metterci qualità e quantità, comunque dove mi mettono gioco. Ho trovato una squadra di grande livello con grandi giocatori, non vedo l’ora di iniziare”

Penso di dover migliorare un po’ in tutto – prosegue il centrocampista vice-campione europeo under 19 – Il mio punto di forza sono gli inserimenti ed il tiro da lontano. Ho scelto Ascoli per il mister, avevo altre proposte ma appena l’ho sentito non ho avuto dubbi. L’Europeo under 19 è stata per me un’esperienza molto positiva, è bello confrontarsi con giocatori che hanno giocato nella massima serie francese e tedesca. Un giocatore a cui mi ispiro? Ce ne sarebbero tanti, sarebbe facile citare un grosso nome: io dico Pellegrini della Roma, gioca nel mio stesso ruolo e mi piacerebbe ripercorrere il suo percorso

Sono qui con le migliori aspettative – le prime parole in bianconero di Valentini – Sono felice di tornare in Italia, sono innamorato di questa nazione, ho anche sposato una ragazza italiana. Personalmente cerco continuità, cosa che mi è mancata lo scorso anno in Spagna. In squadra ci sono tanti giocatori di esperienza con alle spalle tante presenze in Serie B, dietro dovremo trovare i movimenti giusti che chiede il mister, non vedo l’ora di iniziare”.

“Ho giocato in diverse posizioni in difesa durante la mia carriera – continua il centrale cresciuto nel Rosario Central – la mia posizione naturale sarebbe centrale di destra. Dei miei compagni conoscevo Ardemagni, con cui ho giocato sei mesi con lo Spezia, con altri come Brosco e Kupisz li avevo incrociati da avversari. Il mister trasmette un’idea di gioco ben precisa, possiamo arrivare dove vogliamo anche se il campionato non sarà facile”.

“Ora abbiamo un entusiasmo che non dovremo perdere durante l’anno, anche quando arriveranno i momenti difficili – conclude Valentini – dovremo impegnarci già dalla prima giornata contro il Cosenza, una buona squadra ed una diretta concorrente. Ascoli la conoscevo come una piazza calda, tanti miei ex compagni mi hanno consigliato di venire qui. Giocare in Argentina è bellissimo, se vinci ti portano su un palmo di mano ma se le cose vanno male la situazione può diventare pesante”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 1 oggi)