ASCOLI PICENO – Proseguono le presentazioni in casa Ascoli, oggi 23 agosto è il turno del centrocampista Federico Casarini, ex Novara, e del difensore Gianmarco Ingrosso, proveniente dal Pisa.

“Non ho cambiato molte società – l’esordio di Casarini – se c’è un progetto serio mi piace rimanere nel club in cui gioco; arrivo non a titolo definitivo, dovrò fare di tutto per farmi riscattare. Ho trovato un gruppo unito anche se ci sono stati tanti cambiamenti, mi aspetto un campionato molto impegnativo, dovremo cercare di fare punti già dalla prima giornata. Sono arrivato all’ultimo, ad un certo punto pensavo non si facesse in tempo a concludere il trasferimento”.

Negli ultimi anni ho per lo più la mezzala – prosegue l’ex capitano del Novara – ho giocato da centrale anche se mai per un intero campionato; il mister mi ha messo play e mi stimola molto questo nuovo ruolo. Vivarini? Non lo conoscevo personalmente ma tanti ex compagni me ne hanno parlato bene. Dei compagni ho giocato solo con Kupisz, poi nel mondo del calcio ci si conosce un po’ tutti. Con i nomi in Serie B puoi fare un campionato importante fino ad un certo punto, è importante avere una squadra; lo scorso anno a Novara avevamo i nomi ma non è bastato a salvarci, la stagione è patita male ed è finita peggio”

Queste le prime parole in bianconero di Ingrosso: “Ho girato tanto in Serie C, per colpa degli infortuni sono rimasto fino ad ora in quella categoria. Ho giocato con la difesa a 4 e quella a 3, sono destro ma posso giocare anche a sinistra. Venendo da un’altra categoria conoscevo solo Lanni dei nuovi compagni, essere arrivato a 29 anni in Serie B mi motiva tantissimo, era un’occasione che aspettavo da tempo”.

“Pisa era una piazza calda – continua il difensore – domenica avevamo 6/7mila persone allo stadio, è stato un anno importante e mi è servito per arrivare sin qua. Mi hanno parlato molto bene di Ascoli e di quanto la gente ci tenga alla squadra, non vedo l’ora di dare una mano alla squadra. Per scegliere Ascoli ci ho messo pochissimo, avevo alte offerte ma quella dei bianconeri era l’offerta che mi piaceva di più”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte)