Foto di Milena Casciaroli

RAPAGNANO – Due anni fa il sisma che sconvolse l’Italia Centrale. Marche, Abruzzo, Lazio e Umbria unite nel dolore per la distruzione che portò scoramento e vittime. Il 24 agosto 2016 è una data che purtroppo non dimenticheremo mai.

Qualche mese dopo, il 30 ottobre, un’altra forte scossa di terremoto che non provocò, per fortuna, vittime ma aggiunse distruzione e danni ingenti non solo a cittadini ma anche ad imprenditori.

Sono passati due anni e qualche passo in avanti è stato fatto ma c’è ancora tanto da fare e migliorare, in primis per i cittadini che sono rientrati nel territorio e abitano sulle Sae. Anche gli imprenditori locali lavorano sodo per rilanciare le aziende dopo il grave sisma. L’enogastronomia, si sa, è uno dei punti di forza della Regione.

Nel nostro territorio, in questi due anni, si sono svolti molti eventi con i prodotti locali al centro dell’attenzione, a disposizione dei turisti. Fra questi, meritevole di menzione, la “Cena in Vigna” a Rapagnano, in provincia di Fermo, avvenuta il 17 agosto.

Evento organizzato da Tripendipity e Mymarca Macerata presso l’incantevole Cantina Lumavite. Un’atmosfera magica dove ai numerosi presenti è stato servito un menù ricco (un antipasto, un primo, un secondo e dolce finale con caffè) accompagnato dai vini pregiati della cantina. Una serata particolare, in mezzo alle vigne, in un clima fresco e gradevole e con un cielo stellato a fare da tetto.

Lo staff delle due associazioni e della Cantina ha fatto sentire a casa i presenti, accolti all’ingresso con un aperitivo enogastronomico di qualità, prodotti messi a disposizione in questo caso dall’azienda agricola “Lu Conde”.Hanno partecipato anche vari turisti stranieri all’evento.

Gli organizzatori sono stati d’accordo nell’affermare che tali eventi sono delle buone vetrine per rilanciare il territorio e dare visibilità in tutta Italia ma non solo. Boccate d’ossigeno per dimostrare, ulteriormente, che le Marche, nonostante le ferite ancora presenti, hanno tanta volontà e passione nel mostrare le loro bellezze e valorizzarle.

Un plauso a tutti coloro che organizzano eventi del genere per il rilancio del territorio.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 81 volte)