ASCOLI PICENO – Alla vigilia del debutto stagionale in Serie B contro il Cosenza, mister Vincenzo Vivarini racconta come i bianconeri si sono preparati alla gara.

Abbiamo lavorato per arrivare al meglio possibile a questa partita – esordisce il mister – c’è la giusta tensione; ancora c’è qualche problema visto che abbiamo completato la squadra negli ultimi giorni, c’è qualche problema di condizione ma vedo il giusto entusiasmo. Questo campionato è diventato più difficile di quello che era, il livello del campionato si è alzato parecchio, sarà importante partire bene ed acquisire la mentalità vincente che si addice ad una piazza come Ascoli”

Il Cosenza viene con grande entusiasmo, soprattutto nelle prime partite essendo una neopromossa, dovremo avere lo stesso entusiasmo. La società ha fatto uno sforzo importante sul mercato, ha voluto aprire un nuovo ciclo, tanti giocatori non hanno svolto il ritiro con noi, è normale non trovarli in condizione, come ad esempio Ardemagni. Dobbiamo capire quelli che possono darci subito qualcosa in più, l’obiettivo è quello di fare risultato nelle prime due partite, dopodiché avremo due settimane per integrare i nuovi”.

A Foggia ho iniziato a vedere una squadra che rispetta i canoni che vorrei – continua il tecnico bianconero – ovviamente ci vuole tempo per dare un’impronta alla squadra, questa è una squadra che ha lavorato molto bene, non penso ci vorrà molto tempo per vedere l’Ascoli che voglio. Mengoni ha l’influenza e non sarà della partita come Ngombo, Coly è in dubbio, per il resto avremo tutti a disposizione”.

Il Cosenza ha delle buonissime individualità – conclude Vivarini – dovremo avere grandissima umiltà ma anche una grandissima consapevolezza di poter fare risultato. Ho sempre pensato, anche prima di venire qua, che Ascoli ha un pubblico splendido, questa deve essere una nostra forza e cercare di amplificare il seguito del pubblico tramite le prestazioni”.

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 84 volte)