ACQUASANTA TERME – Nei giorni scorsi il vice premier Luigi Di Maio, che ha partecipato alle commemorazioni per il secondo anniversario del terremoto del centro Italia, ha incontrato il sindaco di Acquasanta Terme Sante Stangoni.

Il primo cittadino si era lamentato perché Di Maio, dopo avere pernottato in un hotel del complesso termale acquasantano, non lo aveva contatto. Un piccolo incidente diplomatico, al quale il vice premier ha posto rimedio confrontandosi con Stangoni.

“Abbiamo chiesto a Di Maio uno snellimento delle pratiche burocratiche per il terremoto, – spiega il sindaco Stangoni – sollecitando attenzione sui problemi del nostro territorio, manche busta paga pesante e detassazione delle imprese e anche riperimetrazione del cratere con misure speciali per le aree più colpite, oltre naturalmente”.

Stangoni gli ha chiesto anche informazioni sulla scelta del prossimo Commissario straordinario per la Ricostruzione, “mi ha risposto che hanno alcuni nomi tra cui scegliere, io spero che sia una persona preparata, esperta e che sia presente sul territorio”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 95 volte)