FERMO – Sabato primo settembre “Corto e Fieno”, Festival del cinema rurale, sarà per la prima volta ospite del Comune di Santa Vittoria in Matenano (Fermo), all’ombra dei Monti Sibillini.

Obiettivo del Festival è indagare, attraverso i modi e le forme del cinema, la persistenza del rurale nella società contemporanea: lo scopo è quello di raccogliere testimonianze dal mondo rurale e di promuovere un recupero delle tradizioni della terra in chiave innovativa, attraverso il coinvolgimento delle nuove generazioni.

“Corto e Fieno non vuole essere apocalittico o nostalgico – spiegano gli organizzatori -, non rimpiange l’esistenza bucolica dei tempi passati e non demonizza la vita moderna; riflette sulla dialettica tra ruralità e progresso, esplorandone le implicazioni virtuose e viziose, evidenziandone i conflitti e soppesando le possibili soluzioni”. Le proiezioni in programma dalle 17 al Teatro del Leone sono a ingresso è libero. Sullo schermo i lavori di registi italiani, spagnoli, ucraini, cechi, svizzeri e francesi.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 77 volte, 1 oggi)