FERMO – Bilancio molto positivo per la mostra “Il Quattrocento a Fermo. Tradizione e avanguardie da Nicola di Ulisse a Carlo Crivelli”, organizzata dalla Regione Marche e dalla città di Fermo, tanto che si è deciso di prorogarne l’apertura fino al 7 ottobre, rispetto alla prevista chiusura del 2 settembre.

Dal giorno dell’inaugurazione, 20 aprile, ad oggi l’esposizione ha registrato oltre 8 mila visitatori nella Chiesa di San Filippo.

“Il Quattrocento a Fermo”, a cura di Alessandro Marchi con Giulia Spina, fa parte del progetto di valorizzazione del patrimonio culturale “Mostrare le Marche”, promosso dalla Regione Marche, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e da Anci Marche. L’assessore regionale a Cultura e Turismo Moreno Pieroni definisce la proroga “un bellissimo messaggio di attenzione verso il territorio e una testimonianza di come Fermo rappresenti sempre un punto di riferimento nel sistema culturale regionale”. In mostra pale d’altare, sculture, oreficerie, miniature, tessuti e ceramiche”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 43 volte, 1 oggi)