AMANDOLA – Operazione delle Forze dell’Ordine sul territorio.

Nella serata del 3 settembre, dopo una breve attività info-investigativa della Squadra Mobile di Fermo insieme alla Polstrada (distaccamento di Amandola), è stato tratto in arresto un 71enne di Amandola in flagranza di reato, pensionato e con precedenti.

L’uomo aveva allestito in un terreno montagnoso nei pressi di Amandola una considerevole piantagione di cannabis a ridosso del fiume Tenna. L’uomo si è difeso davanti agli agenti dicendo che il tutto “era per uso personale e terapeutico”. A notare la piantagione era stato un agente fuori servizio che era andato a correre lungo il fiume.

Una piantagione con circa 600 piante, di grandezze differenti e in piena fioritura. Sono state tutte sequestrate insieme a dodici chili di marijuana che si trovavano all’interno di un garage di un casolare semi abbandonato nei paraggi.

Effettuate le formalità di rito, l’arrestato su disposizione della Procura di Ascoli è stato trasferito nella sua abitazione di Amandola in regime di arresti domiciliari.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.