ASCOLI PICENO – Non si placano le discussioni attorno al pilota ascolano, protagonista in negativo domenica 9 settembre a Misano in Moto2 per aver “frenato” l’avversario Stefano Manzi mentre duellavano in pista.

Parliamo di Romano Fenati naturalmente. Prima il doppio licenziamento da Marinelli Snipers Team e Mv Augusta, poi le sue  dichiarazioni di un addio al mondo delle corse e ritorno ad Ascoli per lavorare in ferramenta e riprendere gli studi (con però un progetto in vista nel capoluogo). Per l’ascolano non è finita qui.

Venerdì 14 settembre ci sarà l’audizione al Tribunale della Federazione Italiana dove il centauro dovrà spiegare il perché di quel folle gesto che poteva costare caro a Stefano Manzi. Fenati rischia la radiazione (lo prevede il regolamento sportivo).

Il pilota ascolano è atteso anche a Mies, in Svizzera, dove incontrerà il presidente della Federazione internazionale, Vito Ippolito. Il numero uno delle due ruote vuole prima parlare con Romano Fenati prima di intraprendere qualsiasi decisione.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.