ASCOLI PICENO – L’audizione di Romano Fenati negli uffici della Federazione Internazionale Motociclistica, in Svizzera, si è conclusa senza altre novità.

Nessuna sanzione da aggiungere alle due giornate di squalifica già decise subito dopo il fattaccio di Misano.

In sintesi è stata una chiacchierata con qualche avvertimento e nessuna delle due parti ha voluto rivelare i temi toccati nel colloquio mantenendo, quindi, riservatezza.

Alcuni media sportivi danno la vicenda per “risolta” e in molti ipotizzano un ritorno del pilota ascolano nel Gran Premio del Giappone. “Una teoria quasi impossibile eppure non campata per aria – si legge in vari siti sportivi – Pare che Carmelo Ezpeleta, boss del Motomondiale, si stia muovendo affinché Romano torni al più presto in pista. Se in sella alla sua vecchia moto questo ancora è presto per dirlo dato il recente licenziamento. Il Marinelli Snipers Term ha già trovato il sostituto”.

C’è da fare i conti con la sospensione della licenza nazionale decisa dalla Federmoto italiana ma se i vertici internazionali vorranno per davvero il ritorno del centauro ascolano in pista, non potranno più di tanto opporsi.

Romano Fenati, inoltre, aveva dichiarato di non voler tornare nel Motomondiale e di tornare a lavorare in ferramenta con il nonno. Cambierà idea, in caso di semaforo verde, il pilota ascolano?


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 467 volte, 1 oggi)