ASCOLI PICENO – “Il can can di questi giorni attorno all’operato del Collegio di garanzia ha forse fatto perdere di vista l’obiettivo perseguito da Figc e Lega B, oggi tanto osteggiati, obiettivo che va esattamente nella direzione di cui proprio in queste ore parla il sottosegretario allo Sport Giancarlo Giorgetti quando ricorda lo ‘spettacolo indecoroso con fallimenti di società e ripescaggi che innesca un confuso gioco al rimpiattino tra organi di giustizia sportiva e non’ oltre alla necessità di prevedere, come richiesto a più riprese anche dal presiedente Mauro Balata, ‘forme di vigilanza e controllo sulle società calcistiche che non possono essere quelli previsti oggi’”.

Così si apre la nota della Lega B in merito alla possibile sospensione del campionato cadetto: “Tale è la confusione che si sta generando in questi giorni che addirittura c’è chi parla di campionato della Serie B sospeso. Improvvide a tal proposito risultano le dichiarazioni del 18 settembre del presidente Franco Frattini. Invece il campionato va avanti, regolarmente perché è quello che vogliono milioni di tifosi e perché non c’è alcun provvedimento di divieto che ne ha disposto la sospensione – si legge nel comunicato – D’altra parte la decisione cautelare di quattro giorni fa ha mai disposto alcunché in relazione al campionato di serie B, altrimenti evidentemente si sarebbe dovuta sospendere anche la terza giornata, giocata invece regolarmente – concludono dalla Lega B – Notizie non veritiere che provocano, anche nell’attualitá, danni organizzativi, economici e di immagine a sponsor, partner, tifosi e ai club che hanno meritato sul campo la possibilità di partecipare al torneo e ai quali quindi è dovuto il massimo rispetto”.

Altro colpo di scena. Il Tar del Lazio, che ha revocato le decisioni adottate il 15 settembre, con cui era stato riaperto il discorso dei ripescaggi in Serie B riammettendo Ternana e Pro Vercelli ha cambiato idea dichiarando “inammissibili” i ricorsi sul format della Serie B e “improcedibili” quelli sulla scelta degli eventuali club ripescati.

La serie B rimane a 19 squadre e anche in Lega Pro la situazione non dovrebbe mutare. Il tribunale ha fissato un’udienza straordinaria al 26 settembre “per una sollecita trattazione della vicenda”. 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 63 volte, 1 oggi)