AMANDOLA – Un’occasione per conoscere e degustare le eccellenze di un territorio alle prese con la rinascita dopo il sisma del 2016.

Venerdì 28 settembre, ore 11, il Teatro Arena di Fico propone l’incontro pubblico “Al cuore d’Italia. Il rilancio delle produzioni agroalimentari e la rinascita post terremoto” e la degustazione delle eccellenze agroalimentari marchigiane e umbre, simbolo di qualità e tradizione di un grande territorio. Tra queste, anche la Mozzarella STG “Sibilla” di Trevalli Cooperlat.

Unico tra i formaggi tipici italiani con denominazione “Specialità Tradizionale Garantita”, la “Mozzarella STG Sibilla” è il fiore all’occhiello di Trevalli Cooperlat, brand che ha puntato sull’eccellenza, sul gusto, e su una materia unica e insostituibile: il latte dei Sibillini. Una grande azienda che è scesa in campo per tutelare la qualità del suo prodotto facendosi promotore della denominazione che, da 20 anni, garantisce la “Specialità Tradizionale Garantita”.

E che ha continuato a produrre anche durante quei terribili giorni del 2016 in cui la terra tremava senza tregua. Molti degli operai (circa 60) dello stabilimento della Mozzarella STG Sibilla di Amandola (FM) affacciato sul Parco nazionale dei Monti Sibillini, hanno deciso di dormire nel piazzale della fabbrica sia perché si sentivano più sicuri, sia perché non volevano interrompere la produzione: continuare a lavorare significava “mantenere la quotidianità, continuare a vivere”. L’attività del caseificio, stabilimento cruciale per le Marche, terzultima regione italiana produttrice di latte, proseguì quindi senza interruzioni.

“Siamo orgogliosi di partecipare all’appuntamento di venerdì promosso da Fico – ha sottolineato Paolo Cesaretti, Brand Manager Trevalli Cooperlat -. È fondamentale continuare a parlare, e soprattutto far conoscere, le eccellenze agroalimentari del territorio marchigiano. Crediamo che la rinascita, anche dal punto di vista economico, passi per la valorizzazione dell’agricoltura e del turismo enogastronomico. E attraverso le tavole degli italiani, nelle quale ci auspichiamo arrivino i prodotti che nascono e respirano l’inebriante aria dei Sibillini”.

A partecipare al dibattito in programma al Teatro Arena di FICO saranno: Claudio Di Berardino, Assessore al Lavoro e alla Ricostruzione Regione Lazio; Pierluigi Altavilla, Vicesindaco di Norcia “I Borghi più belli d’Italia”; Paolo Morbidoni, coordinatore Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori; Amelia Nibi – Azienda Agricola Bio “Casale Nibbi” di Amatrice; Federico Renzini, Amministratore Delegato Renzini SpA; Olga Urbani, di Urbani Tartufi; Duccio Caccioni, coordinatore scientifico della Fondazione FICO.

Tra i prodotti in degustazione al termine dell’incontro, insieme alla Mozzarella STG Trevalli Cooperlat, presenti anche altre specialità provenienti dalle zone colpite dal terremoto. Come ambasciatori delle Marche: Ciauscolo e salumi della Norcineria Alto Nera, Verdicchio di Matelica DOC, Mela rosa dei Monti Sibillini (presidio Slow Food) e dall’Abruzzo lo zafferano dell’Aquila DOP. Si ringrazia Food Brand Marche, associazione che riunisce i produttori delle eccellenze enogastronomiche marchigiane. Come ambasciatori dell’Umbria: Lenticchia IGP di Castelluccio di Norcia e Birra di Lenticchia (Sapori di Norcia). Per il Lazio lo Stracchino Stagionato (Casale Nibbi). 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte)