ASCOLI PICENO – Sono stati presentati nella mattina di oggi 26 settembre gli estratti dell’operaIl Trovatore” di Giuseppe Verdi che OperaStudio Ventidio Basso porterà in scena il 27 settembre alle ore 21 e sabato 29 settembre alle ore 10.30 presso il teatro dei Filarmonici di Ascoli Piceno. Lo spettacolo del 29 sarà riservato alle scuole aderenti al progetto “Lirica per le scuole”. La versione integrale sarà rappresentata il 6 ottobre al teatro Ventidio Basso.

Il vicesindaco di Ascoli Donatella Ferretti: “Presentiamo questa iniziativa del nostro caro Coro del Ventidio Basso, di cui siamo orgogliosi, è un’iniziativa importante che si apre alla città e ai giovani; viene presentata una versione light de “Il Trovatore”, con degli estratti dell’opera con i momenti più suggestivi. Prima dello spettacolo per le scuole ci sarà un incontro, che terrò io, che vuole toccare un aspetto dell’opera ovvero Azucena, personaggio su cui è costruito il dramma, ha aspetti dell’emarginazione sociale ma anche una grande umanità, è un personaggio molto complesso

Il direttore della Fondazione Lirica Luciano Messi: “E’ un piacere essere qui a condividere questa presentazione, ci tengo a ringraziare il Coro che si è sempre dimostrato un punto di forza, sia in casa che in trasferta, c’è grande attaccamento alla maglia continuando nella metafora sportiva. Il Coro sta trovando la sua strada di elezione in alcuni progetti collaterali ma fondamentali come la formazione. I teatri devono tornare a parlare di questioni quotidiane e non solo fare intrattenimento”

Pietro Di Pietro, presidente del Coro Ventidio Basso: “Il progetto è nato 3 anni fa, i primi due anni erano solo per le scuole per diffondere agli studenti il patrimonio che abbiamo: il melodramma italiano. Nel Nabucco tutti i ragazzi hanno cantato il Va pensiero, è stato emozionante e ci ha fatto capire che il progetto stava funzionando. Da quest’anno abbiamo aperto anche un appuntamento agli adulti, amanti della musica e non. Il secondo appuntamento sarà “Così fan tutte”, l’Ipsia preparerà i costumi mentre il liceo artistico si occuperà dell’allestimento delle scene con dei video. Sarà un “Trovatore” in versione light perché è come un trailer, durerà un’ora invece di due e mezzo; l’opera ha una trama difficilissima, ci sarà una voce che la spiegherà”.

L’assessore alla cultura del comune di Ascoli Piersandra Dragoni: “Sono orgogliosissima di essere qui perché il Coro Ventidio Basso è un’eccellenza, dimostra come possa diventare realtà un sogno, era difficile pensare di arrivare fino a qua quando si è partiti. La cultura deve essere portata alla gente, bisogna cercare di allargare il pubblico, vorremmo portare la musica colta ai giovani. Un valore aggiunto lo porterà il nostro vicesindaco Donatella Ferretti portando uno studio su un personaggio come Azucena borderline ma interessantissimo”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 130 volte)