ARQUATA DEL TRONTO – Forze dell’Ordine al lavoro nelle zone terremotate.

Un dipendente della Picenambiente, impegnato nel territorio di Arquata del Tronto nella rimozione e selezione delle macerie del terremoto, è stato deferito dai carabinieri per furto aggravato.

L’addetto si sarebbe appropriato di preziosi (oggetti in oro, orologi) e attrezzi agricoli trovati fra le macerie delle case crollate per il sisma mentre svolgeva le sue mansioni. L’uomo non avrebbe rispettato la procedura prevista ovvero che gli oggetti rinvenuti dalle macerie, durante la rimozione, devono essere segnalati e catalogati.

Il dipendente in questione sarebbe stato notato da alcune persone in zona. I testimoni hanno contattato e segnalato la cosa alle Forze dell’Ordine.

La Procura di Ascoli ha disposto una perquisizione a casa del dipendente, a Grottammare: esito positivo dato il ritrovamento della merce e inevitabilmente è scattata la denuncia. Gli oggetti saranno restituiti ai legittimi proprietari.

La Picenambiente ha rimosso dal suo ruolo, attività di gestione delle macerie, ricollocandolo in altro attendendo gli esiti delle indagini (clicca qui per la nota dell’azienda).


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.492 volte, 1 oggi)