ASCOLI PICENO – Le dichiarazioni rilasciate da Mister Vivarini alla vigilia di Ascoli-Cremonese:

Indisponibili: “Gli unici indisponibili sono Ardemagni, Ingrosso e Ngombo. Beretta? L’ho visto un po’ più indietro degli altri, ha un po’ di infiammazione, vediamo domani. Se non dovesse farcela giocheranno Baldini-Ninkovic oppure, se ce la farà, utilizzerò Ninkovic con due fra Ganz, Rosseti e appunto Beretta. Laverone, DElia e Troiano sono a posto, Valentini da valutare, ma oggi si sono allenati tutti. Si tratta di problemini legati al fatto che questi ragazzi non hanno svolto la preparazione e fin da subito abbiamo chiesto loro il massimo; per questo hanno bisogno di più tempo per recuperare dopo una partita. Domani vedrò le loro facce e farò le mie scelte. Dobbiamo essere convinti che chi scenderà in campo dovrà dare il massimo”.

Infortunio Ardemagni e reparto d’attacco: “Ho parlato molto con Beretta e Ardemagni, dagli attaccanti mi aspetto sempre tanto perché per me possono far fare il salto di qualità alla squadra. Entrambi a Salerno hanno giocato una partita straordinaria, sono stati encomiabili per impegno e applicazione, hanno svolto tanto lavoro individuale, ma devono lavorare più di reparto e più in sintonia fra loro, caratteristiche che vedo fra Ganz e Rosseti. Dopo l’infortunio di Ademagni negli spogliatoi ci siamo detti di vincere anche per lui; nel reparto offensivo le soluzioni le abbiamo, dobbiamo dare fiducia ai giocatori che abbiamo, Ganz, Rosseti, Ngombo, tipi di attaccanti che in questo momento non trovi sul mercato. Per me i giocatori dell’Ascoli sono i più forti che ci sono”.

Addae: “E’ un giocatore che sta avendo un’evoluzione che volevo premiare già nell’ultima partita in casa, ma poi gli ho dato una possibilità a Salerno. A inizio stagione buttava sempre la palla, giocava sempre sporco, ora invece gioca pulito, in modo semplice, è ordinato in campo, ha una forza fisica straordinaria, è certamente un giocatore su cui posso contare.

Frattesi: “E’ una risorsa, ha moltissime potezialità, l’ho dovuto far riposare per andare a Salerno con maggiore esperienza e personalità. Domani scioglieremo il dubbio”.

Lanni pronto per tornare in porta? “Lanni è a posto, sta bene, è recuperato”.

Cremonese: “Ho letto che vuole fare il colpaccio ad Ascoli, mi auguro che venga a giocarsi la partita così avremo la possibilità di affrontare l’avversario a viso aperto, poi vedremo chi sarà più bravo.
La Cremonese è una squadra costruita per puntare ai vertici, ha giocatori di grande esperienza, temibili come Castrovilli, Brighenti, Paulinho; a centrocampo ci sono Arini, Croce, Castagnetti, gli ultimi due li ho allenati e li stimo moltissimo, sono miei pupilli. Anche dietro hanno elementi di esperienza come Claiton e Terranova. Mogos? E’ un giocatore di potenza, mi piaceva, infatti l’avevo preso quando ero al Teramo. Noi dalla nostra abbiamo la consapevolezza che iniziamo ad essere squadra, dovremo tirare fuori una grande prestazione, dovremo essere compatti e aggressivi, sarebbe il top riuscire a vincere. La Cremonese è un avversario completamente diverso da quelli affrontati finora, quindi saremo stimolati da un lavoro diverso, è una squadra che cerca di giocare, di partire da dietro e quindi dovremo essere pronti ad evitare che riescano a sviluppare gioco; con la mezzala, il terzino e l’esterno d’attacco possono crearci problemi. Quando si difendono abbassano molto gli esterni d’attacco, quando abbiamo la palla dovremo essere molto pazienti per poi trovare gli spazi per fare male, cercheremo di metterli in difficoltà con le nostre qualità. Al di là del risultato, dobbiamo alzare il livello della prestazione di squadra, la classifica la guarderemo più avanti. Possiamo fare un salto di qualità enorme per quanto riguarda il possesso palla”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 38 volte, 1 oggi)