FAVALANCIATA – Una delegazione degli abitanti di Favalanciata, piccola frazione nel comune di Acquasanta Terme, lo scorso weekend è stata ospite della rete di associazione culturali veronesi riunite nel progetto Box336am. Una due giorni di cultura, buon cibo e solidarietà realizzata con lo scopo di tenere alti i riflettori nelle martoriate terre del Centro Italia.

La Piazza di San Zeno di Verona si è colorata di solidarietà e ha visto la partecipazione di numerosi veronesi dal cuore grande e generoso che già nel 2017 si erano prodigati per una raccolta fondi utile a finanziare progetti culturali nelle comunità colpite dal terremoto. Uno di questi progetti si è concretizzato con un box solidale a favore della comunità di Favalanciata, la quale è stata oggetto di una donazione specifica, mirataa tenere unito il suo tessuto sociale.

Durante le esibizioni canore e le varie performance di artisti, alcuni abitanti di Favalanciata sono saliti sul palco per ringraziare la Verona solidale del materiale donato.I nostri conterranei si sono resi protagonisti anche tra i fornelli esportando in terra scaligera le tradizioni culinarie ed il sapore della crema di fave,in degustazione la domenica con i tradizionali bigoli veneti. La manifestazione è stata patrocinata del Comune di Verona e dall’Accademia di Belle Arti di Verona, il sostegno di Acque Veronesi e dell’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO. Per maggiori informazioni:www.box336am.org

Il contenitore culturale Box336am

Box336am nasce dalla volontà di alcune associazioni culturali della città di Verona, di dare un aiuto concreto alle zone terremotate focalizzandosi in particolare sull’aspetto culturale e sociale. BogOn, Canoa Club Verona, Dèsegni, Diplom Art, Improschegge, Associazione Interzona, Murmure Teatro, Associazione Culturale RetròBottega, River, Associazione SDV, Teatro Scientifico, Vveniceberg eArmilla, Aloud sono alcune delle associazioni promotricidell’iniziativa, realtà eterogeneema unite da un obiettivo comune. Box336am ha messo in atto un’azione bottom-up di sensibilizzazione, partecipazione, coinvolgimento e solidarietà che ha trovato come soggetto destinatario tra le varie comunità quella picena di Favalanciata


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 75 volte)