ASCOLI PICENO – Resta la gestione dei rifiuti, oltre che quello degli edifici scolastici superiori e delle strade, alla malmessa provincia rimasta dopo la riforma Del Rio. Ecco allora che il tema della discarica di Relluce, sempre dibattuto, diventa centrale in vista del voto per il nuovo Presidente della Provincia, per il quale saranno chiamati a votare sindaci e consiglieri comunali di tutta la Provincia, il prossimo 31 ottobre. Per questo Sinistra Italiana ha incontrato il candidato presidente del Pd, il sindaco di Montegallo Sergio Fabiani, con il quale è stato trovato un accordo in merito alla gestione dei rifiuti e quindi i consiglieri comunali di Sinistra Italiana convergeranno con il loro voto verso Fabiani.

“Sinistra Italiana risponde  alle dichiarazioni a dir poco allarmanti del candidato del centro destra Pasqualino Piunti, deciso a riportare i rifiuti in ambito e riaprire discariche ormai chiuse per i tanti problemi provocati,  incontrando il candidato del centro sinistra, proposto dal Pd, Sergio Fabiani – si legge nella nota scritta dal segretario provinciale di Si Marco Capriotti –  Abbiamo chiesto al candidato un impegno chiaro  a chiudere in tempi brevi il piano d’ambito  e  stringere accordi interprovinciali per collocare in sicurezza i rifiuti della nostra Provincia, dando così respiro ai territori interessati dalle discariche (Appignano, Castel di Lama, Castignano) e ad incrementare la raccolta differenziata”.

“La chiusura di Relluce,  così come deciso dai Sindaci del Piceno in sede Ata non può essere ridiscussa per interessi di parte che poco hanno a che fare con la salute dei cittadini. È evidente che questo problema  che interessa particolarmente Appignano e Castel di Lama va ben oltre i confini geografici e soprattutto politici delle due realtà comunali. L’amministrazione di Appignano ha deciso di sostenere chi si fa garante della tutela dell’ambiente, Sinistra Italiana chiede altrettanta chiarezza al Comune di Castel di Lama, convinti che le tante battaglie sostenute  dai due Comuni, non vengano indebolite da  una mancata presa di posizione chiara e trasparente” continua la nota.

“Altrettanta importanza ha per noi il tema della vulnerabilità sismica degli edifici scolastici che deve essere portata avanti con un  programma puntuale di verifica e di adeguamento  sismico delle scuole. Inoltre abbiamo chiesto al candidato Fabiani di impegnarsi a mettere in atto una ricognizione dello stato della viabilità provinciale  e pianificare, anche a  lungo termine,  interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria e di ristrutturazione delle arterie viarie. Sergio Fabiano ha condiviso pienamente il nostro punto di vista e i nostri timori, rassicurandoci che farà propri i punti programmatici da noi proposti” termina Capriotti.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 813 volte, 2 oggi)