ASCOLI PICENO – In occasione del Giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana dei Volontari in Ferma Prefissata di un anno del 2° Blocco 2018, che si svolgerà venerdì 26 ottobre nella suggestiva cornice di piazza del Popolo ad Ascoli Piceno, sarà conferita alla Bandiera di Guerra del 235° Reggimento Addestramento Volontari “Piceno” la Croce d’Argento al Merito dell’Esercito.

L’importante onorificenza, concessa con Decreto del 10 novembre 2017 dall’allora Ministro della Difesa Roberta Pinotti, rende il giusto merito all’impegno profuso dai militari del 235° Reggimento “Piceno” in favore dei territori duramente colpiti dal terribile sisma del 2016 e dalle eccezionali nevicate del gennaio 2017.

In siffatto contesto, i soldati del “Piceno” hanno costantemente dimostrato straordinarie capacità operative prontamente messe a disposizione degli apparati di soccorso ed emergenza, evidenziando flessibilità e adattamento alle oltremodo difficili condizioni operative e palesando, in ogni occasione, spirito di collaborazione e atteggiamento propositivo. Il loro contributo alle operazioni di soccorso, in stretto coordinamento con la Protezione civile e le Autorità preposte, è stato in molteplici occasioni determinante, costituendo una preziosa risorsa per fronteggiare missioni di soccorso e aiuto alla popolazione in ossequio al motto “Noi ci siamo sempre”.

Dopo più di cento anni, quindi, la gloriosa Bandiera di Guerra del 235°, testimone delle gesta eroiche dei propri fanti durante la Grande Guerra, che le valsero la Medaglia d’Argento al Valor Militare e la Croce dell’Ordine Militare d’Italia, riceverà un ulteriore riconoscimento, quale simbolo di continuità dell’agire “eroico” dei fanti di oggi come quelli di allora.

L’onore di fregiare il vessillo tricolore con la Croce d’Argento al Merito dell’Esercito spetterà al Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Vertice dell’Area Scolastica e Formativa in cui il Reggimento è inquadrato.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 78 volte, 1 oggi)