ASCOLI PICENO – L’Ascoli si prepara ad affrontare la trasferta di Livorno in programma domani sabato 27 ottobre al “Picchi”, con i toscani ultimi in classifica e reduci da due sconfitte consecutive.

A presentare la sfida il tecnico bianconero Vincenzo Vivarini: “Abbiamo lavorato tanto, quella di domani sarà una partita molto complicata, dovremo andare lì con l’atteggiamento giusto e la voglia di portare a casa il risultato. Dobbiamo essere maniacali nel preparare questa gara, in questa partita sarà determinante come saremo noi, a prescindere dalle loro assenze. Non dobbiamo sottovalutare il Livorno, ogni partita ha difficoltà diverse, dovremo stare attenti alle loro tensioni, se partono bene possono prendere coraggio, anche sostenuti dal pubblico”.

“Loro sono una squadra non ben definita, ha cambiato diversi moduli e non danno punti di riferimento – continua Vivarini –  loro vorranno vincere, servirà un’altra prova di continuità da parte nostra. Tutto può essere vanificato, anche le statistiche che sembrano a nostro favore. Abbiamo centellinato le forze, qualcuno aveva bisogno di respirare un po’ e ne abbiamo approfittato in settimana. Brosco? E’ in dubbio perché non ha ancora recuperato al cento per cento, Valentini invece è a disposizione. Ngombo? E’ molto bravo in campo aperto”.

Lanni? Si è allenato a pieno regime, decideremo domani. Frattesi? Ci stiamo lavorando tanto, ha grande potenzialità anche se ancora non è preciso nelle uscite e nel posizionamento, quando imparerà sarà esplosivo. La sentenza del Tar? Sono preso dal campo e non guardo a queste cose, anche se sono un po’ amareggiato. Casarini ancora titolare? Non mi piace cambiare quando si vince”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 75 volte, 1 oggi)