ASCOLI PICENO – Alle Marche verranno assegnati 477,6 mila euro di fondi ministeriali per le mense scolastiche biologiche. Garantiranno 535 mila pasti nell’anno scolastico 2018/2019.

Lo comunica la vice presidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura, dopo che a Roma la Conferenza delle Regioni ha sancito l’intesa sullo schema del decreto del Ministero politiche agricole alimentari forestali e turismo: “Un buon risultato, premia il lavoro svolto dalle Marche che, in questi anni, si sono impegnate per promuovere il biologico nelle scuole, in quanto abbiamo sempre voluto caratterizzare la nostra regione per qualità e innovazione, a partire dal settore agroalimentare”.

Le risorse verranno ripartite a livello nazionale. Provengono dal fondo ministeriale che condiziona l’assegnazione al numero dei pasti complessivi delle mense, conformi alla normativa sulla sostenibilità dell’agricoltura biologica (DM 14771 del 18/12/2017). Sono state ammesse al riparto 2018 richieste per oltre 11 milioni di pasti di sole 13 Regioni e Province autonome: quelle che hanno avviato il servizio mensa biologico.

Il contributo ricevuto verrà girato ai Comuni marchigiani che hanno attivato il servizio. L’80 per cento dei fondi servirà a ridurre i costi a carico delle famiglie degli alunni che usufruiscono della mensa scolastica biologica, mentre il restante 20 per cento per iniziative di informazione e promozione del consumo biologico, dell’educazione alimentare, della conoscenza del territorio e per la riduzione degli sprechi alimentari.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 44 volte, 1 oggi)