ASCOLI PICENO – “Ci vuole un fiore” è un progetto ideato dall‘Anffas Onlus e realizzato insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

Il titolo del progetto prende il nome dal testo di Gianni Rodari, perché questa canzoncina spiega bene, con un linguaggio semplice, la forza della natura e il rispetto di essa. Alberi, tavoli, montagne, ma prima di tutto ci vuole un fiore.

Ci vuole un fiore è un insieme di attività gratuite, dedicate ai disabili, sulla bellezza, sul rispetto della natura, la conoscenza di essa, nei suoi elementi.

Il progetto ha avuto inizio a giugno, con l’orto- terapia. I ragazzi, seguiti da un agronomo, si sono cimentati nella coltivazione di piante orticole e altre varietà; iniziano ormai a muoversi in maniera autonoma negli orti concessi dall’Associazione Amici nella Natura, ricevendo una immensa gratificazione nel veder crescere gli ortaggi da loro curati.

A partire dalla seconda metà di novembre inizieranno i laboratori di Pet-Therapy e di manipolazione della creta.

Con la professionalità dell’Associazione Impronte Pet- Therapy, i ragazzi avranno l’opportunità di fare esperienza di relazione con gli animali d’affezione; faranno la conoscenza di Ambra, una meticcia di 8 anni e di Jinny, una femmina di pastore scozzese di 4 anni.

In contemporanea, con il maestro vasaio, Alessandro Lisa, i ragazzi potranno dare concretezza agli elementi della natura: terra, acqua, aria e fuoco, attraverso la realizzazione di vasi e manufatti in argilla. Tutto è legato ad un filo condutture: la natura; dalla coltivazione delle piante e dei fiori, l’approccio con l’animale e la realizzazione di vasi.

L’iniziativa è il risultato di una solida collaborazione dei vari attori che lavorano nel Terzo Settore; è la dimostrazione di come opera il Terzo Settore della nostra Comunità e di come, attraverso la realizzazione di sinergie e di collaborazioni, produce valore.

Tutto ciò è stato possibile grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, che valutando l’idea progettuale meritevole di sostegno ed attenzione, ha dato l’opportunità all’Anffas di realizzare questo progetto, che si prefigge di offrire una risposta concreta alle esigenze di riabilitazione dei disabili e dei Centri Diurni favorendo l’accrescimento di livelli di abilità individuali che diano sbocchi sociali ed inclusivi, incrementando il benessere psico-fisico.

Le attività di Pet-Therapy e manipolazione della creta si svolgeranno presso la sede operativa dell’ANFFAS Onlus in C.so Mazzini n. 81/83 ad Ascoli Piceno.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 31 volte)