ASCOLI PICENO – Da lunedì 26 novembre a sabato 1 dicembre 2018, gli allievi delle scuole del Piceno sono infatti invitati a conoscere il patrimonio storico e artistico del loro territorio, con le “Mattinate Fai d’Inverno”

Accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni, giovani studenti appositamente preparati dai volontari FAI che operano in un dialogo continuo con i loro docenti, indosseranno i i panni di narratori d’eccezione, gli Apprendisti Ciceroni e racconteranno alle classi in visita il valore di questi beni e le storie che custodiscono.

Grazie alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale saranno aperti più di 170 meravigliosi tesori poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico in oltre 100 città d’Italia. Gli studenti avranno così l’occasione di partecipare a visite condotte da loro coetanei e di vivere un’insolita esperienza di “educazione tra pari”.

Chiese, aree archeologiche, centri storici, palazzi cittadini e delle istituzioni, ville, raccolte museali, scuole storiche, biblioteche, castelli, monasteri, teatri, orti botanici accoglieranno gli studenti per avvicinarli alla storia e alla cultura del loro territorio e per coinvolgerli in un processo di assunzione di responsabilità nei confronti dei beni che esso custodisce.

In particolare, poiché quest’anno il FAI dedica particolare attenzione al tema dell’acqua, con la campagna #salvalacqua, fanno parte dei beni visitabili anche terme romane, acquedotti, fontane, riserve naturali e itinerari che si sviluppano lungo incantevoli corsi d’acqua.

L’evento, giunto alla sua settima edizione, è dedicato alle Classi Amiche FAI che, sottoscrivendo l’iscrizione, condividono gli obiettivi della Fondazione e contribuiscono alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio di arte e natura del nostro Paese.

Mattinate FAI d’Inverno è sostenuto per il terzo anno consecutivo da Gruppo Autogas. Il grande interesse nei confronti di iniziative che coinvolgono la scuola, insieme all’attenzione e al rispetto per l’ambiente, ha portato il Gruppo a sostenere il progetto dalla forte valenza didattica, sociale e culturale, mettendo a disposizione la sua esperienza nell’ambito del risparmio energetico.

La tua Idea Green (http://mattinategreen.gruppoautogas.com) è il progetto educativo promosso dal Gruppo per sensibilizzare i giovani alla sostenibilità ambientale, con “ecoconsigli” che potranno essere utilizzati anche dagli insegnanti come spunto per la didattica.

Dall’8 ottobre al 17 dicembre 2018, inoltre, gli studenti potranno partecipare a un concorso a premi e a un’indagine sulle “ecoabitudini” utili a rendere più sostenibile il nostro pianeta.

Il progetto si avvale anche della collaborazione della Rappresentanza regionale a Milano della Commissione Europea nell’ambito dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018, del Patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia e di Regione Lombardia, del sostegno di Regione Lazio, del contributo di Regione Toscana, del sostegno di Fondazione Cariverona, si ringrazia Regione Campania, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola.

Tra i beni aperti nelle Marche, ricordiamo ad Ascoli Piceno la Chiesa di Sant’Emidio alle Grotte – Sant’Ilario .

Collocato in un luogo simbolo della religiosità ascolana, nel medioevo e fino al 1569 il complesso di S. Ilario fu utilizzato dai monaci camaldolesi di Fonte Avellana che conducevano una vita eremitica nelle vicine grotte che accoglievano le catacombe ascolane, e offrivano talvolta ospitalità a pellegrini e viandanti che giungevano ad Ascoli.

Nel 1872, dopo la confisca dei beni ecclesiastici da parte dello Stato italiano, la chiesa di S. Ilario fu venduta a privati e trasformata in casa colonica.

Nel 1998, fu acquisita e restaurata dal Comune che la diede in gestione all’associazione “S. Emidio nel mondo”, allo scopo di valorizzare lo storico e suggestivo complesso di S. Ilario / S. Emidio alle Grotte.

Le visite saranno curate dall’Istituto Casa Madre – Scuola Secondaria di I grado Paritaria “Maria Immacolata”; l’Istituto Luciani – SS. Filippo e Giacomo; l’Istituto Ascoli Centro – D’Azeglio e l’Istituto Borgo Solestà – Cantalamessa Scuola Secondaria I° “Ceci”.

La Chiesa di Sant’Emidio alle Grotte – Sant’Ilario fa parte dei “Luoghi del cuore”, il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare.

Promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo, il progetto chiede a tutti i cittadini di votare i piccoli e grandi tesori che amano e che vorrebbero salvare.

I Luoghi del Cuore alternano due fasi: quella di censimento dei luoghi più amati, che si tiene negli anni pari e coinvolge tutti i cittadini, e, negli anni dispari, quella degli interventi sostenuti su alcuni dei luoghi più votati, anche con l’erogazione di contributi economici.

Il 30 novembre scade la possibilità di votare e cambiare il destino della suggestiva Chiesa. Sono state raccolte oltre 25 mila firme. E’ possibile trovare le cartoline per votare i #LuoghiDelCuore, presso l’Ufficio Informazioni Turistiche del Comune di Ascoli Piceno, nella Sala dei Mercatori, a Piazza Arringo, nell’Ufficio Quintana, presso Ozio in Via Vidacilio, alla Libreria Rinascita, alla Bottega del Terzo Settore, presso Lovable in Via dei Tibaldeschi e infine alla Ditta Bartoli in Via dell’Archivio.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)