ASCOLI PICENO – “Aiuti concreti e tangibili per incentivare nuovi investimenti nel Piceno e nelle aree colpite dalla crisi economica, favorendo la nascita di imprese e aziende e garantendo importanti agevolazioni per le assunzioni dei più giovani”: con queste parole l’onorevole ascolana Giorgia Latini annuncia come la proposta emendativa al disegno di legge “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021” sia stata dichiarata ammissibile in prima istanza dalla Commissione Bilancio.

“Si tratta di un sostegno molto importante, che garantirà enormi vantaggi a tutti quei territori in crisi che confinano con le regioni che già rientrano nel decreto Resto al Sud. Auspico che il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, comprenda appieno l’importanza di questa misura che può davvero rivitalizzare quei territori messi in ginocchio dalla crisi economica” aggiunge.

Come si legge nell’emendamento, saranno infatti inserite le “aree di crisi complessa, come stabilito da decreto del Ministero dello sviluppo economico, confinanti con Abruzzo e Campania”: “Questa proposta assicurerà numerosi benefici alla nostra provincia e a tutto il Piceno” ha concluso l’onorevole Latini, vicepresidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione alla Camera dei Deputati. “In primis favorirà la creazione di nuove imprese e aziende sul territorio attraverso un’importante defiscalizzazione, al tempo stesso incentiverà le assunzioni lavorative per i più giovani mediante significative agevolazioni economiche. Si tratta di un altro bel segnale che evidenzia come ci stiamo seriamente impegnando per sottoporre all’attenzione del nuovo Governo tutte le principali richieste, necessità e urgenze che arrivano dai nostri territori”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)