ASCOLI PICENO – La ricerca Unicam e le nuove frontiere della conoscenza nel campo dei beni culturali saranno i temi sviluppati nel convegno “Arte è scienza”, Rassegna Nazionale dedicata alle scienze per i beni culturali.

L’appuntamento con il seminario scientifico avrà luogo venerdì 30 novembre dalle ore 9.30 alle 12.30 presso la Bottega del Terzo Settore.

Dopo i saluti istituzionali, ci saranno numerosi interventi :

“Scienza e storia dell’arte: un virtuoso dialogo” di Stefano Papetti, docente di Museologia e Restauro Unicam,

“Alla scoperta della città romana di Urbs Salvia” di Eleonora Paris, docente di Mineralogia Unicam,

“L’arte oltre il visibile: disegni preparatori e pentimenti in Cola dell’Amatrice” di Giuseppe Di Girolami, presidente spin-off Unicam Art&Co.,

“Cosa c’entra la matematica con l’arte?” di Simonetta Bernabei, docente di Matematica Unicam,

Poster session e dimostrazioni pratiche con la collaborazione di laureati e studenti del corso di laurea L-43: “Conoscenza, gestione e salvaguardia dei Beni Culturali: il contributo della Geo-archeologia” di Marco Materazzi, docente di Geomorfologia e Responsabile Corso di Laurea L-43 Unicam,

“Volti antichi tra arte e scienza” di Valeria Alessandrini laureata L-43,

“La termovisione nei beni culturali: un utile strumento diagnostico” di Graziella Roselli, docente di Chimica del Restauro Unicam.

Il convegno è patrocinato dall’Università di Camerino,Corso di laurea in Tecnologie e diagnostica per la conservazione e il restauro, dall’Associazione Italiana di Archeometria, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Confartigianato Imprese, Istituto Istruzione Superiore Fermi Sacconi Ceci e Antonio Orsini-Osvaldo Licini.

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 147 volte)