ASCOLI PICENO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato giunto in redazione dal Partito Democratico di Ascoli.
Il Partito Democratico ascolano, tramite il proprio gruppo consiliare ha presentato in data odierna una mozione al consiglio comunale che impegna il sindaco ad attivarsi con ogni possibile iniziativa, anche in collaborazione e convergenza con altre istituzioni territoriali e regionali, per evitare che il Comune di Roma decida di trasferire il terminal degli autobus extra-urbani dalla Stazione Tiburtina in luogo più periferico e disagevole per i pendolari, penalizzando gravemente il traffico passeggeri con il Piceno.
La decisione della giunta Raggi di spostare il capolinea dei bus da Tiburtina ad Anagnina, comporta un peggioramento di un servizio strategico per il capoluogo ed il Piceno tutto.  Quello del collegamento con il Bus, risulta infatti essere l’unico efficiente tra la provincia di Ascoli Piceno e la Capitale. Chi di noi non ha mai preso un pullman per Roma? Spostarla ad Anagnina vorrebbe dire far arrivare i passeggeri (in gran parte marchigiani ed abruzzesi) in un luogo senza collegamenti urbani importanti, e con un aggravio dei tempi di percorrenza (vista la locazione periferica) di almeno 45 minuti rispetto a Tiburtina.
I cittadini del piceno, in particolare coloro che provengono dalle aree interne in gran parte colpite dal sisma, non possono essere penalizzati da una giunta comunale di un’altra regione.
Per questo nei consigli comunali ed in consiglio regionale il PD si è attivato per scongiurare la ipotesi di spostamento del terminal dei bus provenienti dalle Marche, dalla stazione Tiburtina alla Anagnina.

Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.